Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 16 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:14 - Lettori online 970
RAGUSA - 07/06/2017
Attualità - Il concorso per studenti voluto per ricordare Antonella Licitra, già insegnante della Vann’Antò

Vallery Di Mauro vince settima edizione di "Caro diario"

Numerosa la partecipazione degli studenti presso gli istituti della città Foto Corrierediragusa.it

Vallery Di Mauro (a sin. con Sandro Bracchitta) è la vincitrice della settima edizione del concorso di scrittura «Caro Diario, ti scrivo…». La cerimonia di premiazione si è tenuta all’auditorium dell’Istituto Comprensivo «Vann’Antò» di Ragusa che da sempre organizza l’appuntamento dedicato ad Antonella Licitra, insegnante dell’istituto e moglie dell’artista Sandro Bracchitta, prematuramente scomparsa qualche anno fa. Primo posto per la giovane Vallery, studentessa dell’Istituto comprensivo «Crispi», che ha ricevuto come premio un computer portatile.

Secondo posto invece per Giovanni D’Antonio e terzo posto per Caterina Nuzzarello, entrambi dell’istituto «Vann’Antò», che hanno ricevuto dei buoni libro. La giuria, presieduta da Sandro Bracchitta e formata da Maria Giardina, Tullia Giardina, Angelo Licitra, Leonardo Licitra, Giorgio Massari, Rossella Scrofani e Maricò Vindigni, ha anche assegnato due menzioni speciali a Gabriele Iacono, dell’Istituto comprensivo «Berlinguer» per la sua pagina del diario che, si legge nella motivazione, «come una finestra, si apre per lasciarci guardare un paesaggio e l’orizzonte.

Il paesaggio è costituito dai tratti della sua personalità e dal suo modo di guardare alla vita. L’orizzonte è rappresentato da progetti e aspirazioni che la sua anima nutre e che esprimono un’attenzione e un’apertura all’altro intorno a lui».La seconda menzione è andata a Davide Simone Cavallo dell’Istituto comprensivo «Crispi» per «il linguaggio evocativo e musicale con il quale sa creare immagini poetiche». A chiudere la cerimonia lo stesso Sandro Bracchitta che ha detto: «Questo è un concorso dedicato al ricordo di Antonella, ma è dedicato anche ai giovani, quindi alla speranza e al futuro. Ci auguriamo che il premio possa dare loro un incoraggiamento in più nell’affrontare la vita che li attende ed è così che ricordando il passato nascerà la possibilità di creare il futuro».