Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 18 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 10:34 - Lettori online 732
RAGUSA - 21/05/2017
Attualità - Il clou sarà domenica con la solenne processione per il centro barocco

Ibla pronta a celebrare il patrono S. Giorgio

Inteso programma nel corso della settimana con appuntamenti religiosi e folkloristici Foto Corrierediragusa.it

Ibla si prepara alla festa di S. Giorgio. Sarà un evento rivolto ai sofferenti, agli ultimi, a chi sta attraversando momenti difficili. Don Pietro Floridia, parroco di S. Giorgio (nella foto a dx), ha voluto lanciare, questo messagio in occasione della presentazione del programma liturgico e culturale dell’edizione 2017 dei solenni festeggiamenti in onore del patrono della città. Alla presentazione, tenutasi nei locali del circolo di conversazione a Ibla, c’erano, oltre al parroco, Gianni Avola in rappresentanza dell’associazione San Giorgio martire, e Paolo Antoci in rappresentanza dell’associazione Portatori San Giorgio e il vicesindaco Massimo Iannucci.

«La novità di quest’anno – ha detto don Floridia – è rappresentata dal fatto che il simulacro lascerà Ibla per raggiungere il cuore di Ragusa superiore prima di arrivare nella parrocchia della Sacra Famiglia dove sosterà per la notte. E questo accadrà venerdì 26. Inoltre, prima di arrivare alla Sacra Famiglia, sosterà all’ospedale Civile, per dare conforto agli ammalati, e poi, novità assoluta, dinanzi al carcere di contrada Pendente, per fornire sostegno spirituale ai detenuti. L’attenzione, quindi, è rivolta ai sofferenti e vogliamo possa esserci speranza per tutti. Proprio perché la figura di San Giorgio, meglio di altre, può rappresentare la speranza della vittoria del bene sul male. La festa è senz’altro religiosa ma è connotata da alcuni momenti di «religiosità popolare» con luci, grida e balli che poi la rendono un’attrattiva particolare per i numerosi turisti tuttora in visita per le vie del quartiere barocco».

Il vicesindaco Iannucci ha sottolineato che «forte e convinto è il sostegno dell’Amministrazione comunale a questo appuntamento religioso cittadino che fa registrare un numero di presenze davvero straordinario. Annunciato il concerto di sabato 27 in piazza Duomo con la presenza di Silvia Mezzanotte, ex cantante dei Matia Bazar. Nel corso della settimana sono previsti momenti culturali di un certo rilievo. Domenica 28 il clou della festa con spettacoli di danza, musica e pirotecnici. All’arrivo del simulacro in piazza Duomo, domenica sera, tre momenti importanti: un gioco di laser e suono, il video mapping sulla facciata del Duomo che avrà per tema la speranza e per finire lo spettacolo Nel pomeriggio di domenica la sfilata dei tamburi di Buccheri per le vie cittadine.