Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:16 - Lettori online 731
RAGUSA - 10/04/2017
Attualità - In tutti i comuni iblei il rito della benedizione delle palme, suggestiva cerimonia ai Giardini iblei

Iniziata la Settimana Santa, tutti i riti degli Iblei

Il clou nella domenica di Pasqua a Modica e Scicli con "Madonna Vasa Vasa e "Uomo vivo" Foto Corrierediragusa.it

La domenica delle Palme ha aperto la settimana santa. Tanti i riti religiosi e le processioni che si terranno in tutti i comuni iblei, come da tradizione. I più significativi si tengono a Ispica con le processioni del giovedì e del venerdì santo, a Vittoria con la rappresentazione del Venerdì santo in piazza del popolo, a Modica il giorno di Pasqua con la Madonna «Vasa Vasa», a Scicli con «L’uomo vivo» e a Comiso con "A Paci". Nel giorno della benedizione in tutte le parrocchie tanti fedeli hanno assistito al significativo rito. «Viviamo profondamente queste giornate della Settimana santa che ci preparano a celebrare la giornata speciale della Resurrezione. Gesù che muore è un uomo che deve essere seguito, ascoltato e adorato per quello che è».

Sono queste le riflessioni del parroco della Chiesa madre di S. Giorgio a Ibla, don Pietro Floridia, dopo avere benedetto, nella splendida cornice del sagrato antistante la chiesa di San Giacomo apostolo, all’interno dei Giardini iblei, palme e ramoscelli d’ulivo portati dai fedeli e che gli stessi hanno poi condotto a casa quale simbolo di pace. Sempre nel capoluogo semplice ma sentita cerimonia all’interno del giardino dell’ospedale Civile officiata da don Giorgio Occhipinti. Per il giovedì santo alle 10 è fissata invece la messa crismale presieduta dal vescovo, mons. Carmelo Cuttitta. A Ispica nella chiesa di S. Maria Maggiore il rito religioso per ricordare la domenica delle palme è stato seguito da una processione molto partecipata e scenografica con figuranti in costume che hanno rievocato l’entrata di Gesù a Gerusalemme (foto di Salvatore Brancati).