Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 0:00 - Lettori online 394
RAGUSA - 05/04/2017
Attualità - Dopo il post su Facebook del consigliere pentastellato Gulino

Stop a polemiche su "pizzo" alle chiese a Ragusa

Il sindaco Piccitto ha parlato con i fatti Foto Corrierediragusa.it

Non aveva voluto rilasciare nessun commento il sindaco Federico Piccitto (foto), in seguito alle polemiche sorte in merito alle dichiarazioni del Consigliere 5 stelle Dario Gulino. Il pentastellato infatti aveva fortemente criticato l’accordo tra Comune e Diocesi per la fruizione dei beni ecclesiastici a fini turistici, definendo il contributo stanziato da Palazzo dell’Aquila una sorta di «pizzo» versato alla chiesa locale. Ora però il primo cittadino con un gesto che vale più di mille parole, chiarisce a tutti la sua posizione sulla questione: lunedì pomeriggio infatti Federico Piccitto ha incontrato padre Giuseppe Antoci, delegato del Vescovo e il protocollo, tanto chiacchierato in questi giorni, è stato definitivamente siglato. Con la firma, oltre a mettere a tacere le polemiche e gli attacchi delle opposizioni, che avevano chiesto al sindaco di prendere le distanze dal consigliere Gulino, il Comune versa alla Chiesa locale 45 mila euro. Con questa cifra la diocesi potrà assicurare l’apertura e la fruizione turistica in orari predeterminati di diverse chiese della città, dal 3 aprile fino al 7 gennaio. Inoltre la curia si impegna a garantire la presenza di personale qualificato, con sufficiente conoscenza della storia locale e della lingua inglese, in modo da poter accompagnare nella visita i turisti. Infine previste delle guide in formato digitale o tradizionale con descrizioni delle chiese in più lingue e degli itinerari sia per Ragusa superiore che per Ibla, che rendano facilmente individuabili le chiese visitabili.

Si tratta del Collegio di Maria, Santa Maria delle Scale, Maria SS. dell’Itria, San Filippo Neri, San Giuseppe, San Giacomo, SS. Annunziata, San Francesco all’Immacolata, Santa Maria dello Spasimo. A questo elenco si aggiungono anche la Cattedrale San Giovanni Battista, il Duomo di San Giorgio, Ecce Homo, S. Agata (all’interno dei Giardini Iblei) e Anime Sante del Purgatorio, con le cui parrocchie sono stati siglati appositi protocolli legati a finanziamenti per interventi di restauro conservativo.

Ha collaborato Chiara Carbone