Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:26 - Lettori online 823
RAGUSA - 02/04/2017
Attualità - Richiesto dai residenti un incontro con il sindaco Federico Piccitto

Ragusa, impianto biogas Tre Casuzze contestato

Sarà costruito all’interno di un’azienda zootecnica, dovrà trattare i liquami prodotti dagli animali Foto Corrierediragusa.it

Un impianto di biogas mette in allarme i residenti di contrada Tre Casuzze. L’impianto sorgerà all’ingresso nord della città, in prossimità della rotonda di viale delle Americhe all’interno di una azienda zootecnica. La struttura servirà a trattare e smaltire i liquami prodotti dagli animali per ridurre ogni forma di inquinamento e nel contempo creare reddito per l’azienda che la ospiterà. Un comitato di cittadini si è costituito per capire meglio il progetto visto che si teme che la zona possa essere invasa da odori provenienti dal processo di trattamento. Il biogas zootecnico potrebbe infatti inquinare l’ambiente dal punto di vista microbiologico, odorigeno ed acustico. Il comitato è sul chi vive ed ha chiesto un incontro al sindaco Federico Piccitto.

I residenti temono anche un incremento del traffico nella zona per i camion che trasporteranno i liquami nell’azienda. L’impianto di biogas è il secondo nel territorio ibleo, il primo si trova a Vittoria. In Sicilia sono in tutto quattro le strutture di trattamento dei liquami. Legambiente da parte sua ha rilevato che se l’impianto è realizzato secondo tutte le prescrizioni di legge non produce inquinamento e in generale la puzza è inferiore a quella prodotta da una normale azienda zootecnica.