Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 12:02 - Lettori online 750
RAGUSA - 16/01/2017
Attualità - L’iniziativa promossa dal Miur ha coinvolto 388 istituti italiani

Una notte di cultura e arte per 4 licei classici iblei

La open night ha visto protagonisti il Campailla, il Carducci, il Mazzini e l’Umberto I° Foto Corrierediragusa.it

Dall’Odissea alle Catilinarie, da Dante a Virgilio, da Simonide a Saffo. Nell’open night dei Licei classici, celebrata per la giornata dedicata ai Licei classici istituita dal Miur da un’idea nata di un docente del Liceo Gulli e Pennisi di Acireale, c’è stato il meglio della cultura occidentale con riferimento ai classici non solo latini e greci. Tra i 388 licei che hanno aderito all’iniziativa ci sono stati i quattro «classici» iblei, il Mazzini di Vittoria, l’Umberto 1° di Ragusa, il Carducci di Comiso ed il Campailla di Modica. Ognuno con le proprie risorse umane e professionali, con le ispirazioni e le motivazioni dei propri docenti e studenti ha dato vita ad una serata che ha riscosso, ancora una volta, grande partecipazione per un tuffo in una cultura resa viva da artisti già affermati e da studenti che si sono cimentati in letture, danze e recitazione. A Vittoria l´attore Gianni Battaglia ha dato voce a Polifemo recitando il passo dell’Odissea nel suo dialogo con Ulisse accompagnato dalle note del sax di Francesco Cafiso (foto), ospite d’eccezione della serata, che si è esibito per l’occasione anche al clarinetto. Al Carducci la lectio magistralis di Alberto Tofanin e Stefano Benvenuti sul tema della cittadinanza prendendo spunto dall’Antigone di Sofocle.

A Ragusa nell’auditorium dell’Umberto I° studenti e docenti hanno scelto di «attraversare» la Divina Commedia. Gli studenti hanno fatto da guida nelle aule e nei laboratori della scuola introducendo ai temi della cultura classica vivificata da testimonianze dirette di ex alunni e dal lavoro di ricerca che svolge all’interno della scuola. Al «Campailla» il lamento di Danae del poeta greco Simonide è stato il filo conduttore della serata impreziosita dall’esibizione di Sergio Carrubba al pianoforte accompagnata dalla elegante danza di una studentessa. La serata ha visto intermezzi musicali, di danza ma anche di recitazione di brani in lingua originale per un tuffo nei valori eterni della cultura classica.