Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:12 - Lettori online 995
RAGUSA - 29/12/2016
Attualità - La spesa media pro capite per i saldi dovrebbe aggirarsi sui 135-150 euro

Saldi invernali in arrivo, in Sicilia si parte il 2 gennaio

Molti negozi hanno comunque già cominciato in modo "silenzioso" avvertendo la clientela con messaggi Foto Corrierediragusa.it

In Sicilia i saldi partono ufficialmente lunedì 2. Un’anomalia siciliana che dipende da un decreto emesso lo scorso anno dall´assessore regionale alle Attività produttive Mariella Lo Bello sia per i saldi 2016 che per i saldi invernali 2017. Nel resto d´Italia, i saldi partono il giorno prima dell´Epifania, seguendo le indicazioni di Federmoda Italia Confcommercio che ha spinto per unificare la data di inizio nel 5 gennaio che è il giorno feriale che anticipa la festa.
Nell´isola le previsioni sono di mantenimento del fatturato dello scorso anno e di vendite soprattutto per quanto riguarda la maglieria, i capi pesanti e le scarpe.

La spesa media pro capite per i saldi dovrebbe aggirarsi sui 135-150 euro. "E´ un mercato drogato da offerte, promozioni e saldi sempre più anticipati – dice una nota di ConfCommercio Sicilia - Le vendite, quelle a prezzo regolare, si sono ridotte a poche settimane". L´anomalia dei saldi anticipati non aiuta il commercio siciliano che, arranca e non vede affatto una ripresa dei consumi pur se va incontro ai consumatori, ormai sempre più mossi da offerte e sconti, e che si lasciano convincere da acquisti ragionati e oculati anche grazie a promozioni e saldi".