Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 12:02 - Lettori online 855
RAGUSA - 26/12/2016
Attualità - Sono 60 o giovani del Vo.Cri. che operano nella sede dell’associazione in centro storico

Ragusa, pane e pasti per i poveri grazie a volontariato

Sezionata la città in 4 grandi aree dove i volontari si recano per ritirare il pane invenduto del giorno prima Foto Corrierediragusa.it

I giovani del di Volontariato cristiano, Vo.Cri., in aiuto di chi soffre in silenzio e con discrezione. Nella sede dell’associazione che da anni è impegnata in questa opera di «primo soccorso», nel cuore del centro storico superiore, si vedono uomini e donne con i loro tesserini Isee che ai banchi ritirano il pane del giorno dopo e anche i rustici che fornai e dolcieri della città consegnano ai 60 volontari perché siano redistribuiti. I numeri dicono tutto perché solo l’anno scorso ben 11 mila chili di pane sono stati donati insieme a 15 mila rustici tra focacce e pasticci. I beneficiari sono equamente distribuiti perché una buona metà di loro sono italiani tutti in condizioni di difficoltà crescente sia per problemi di lavoro sia familiari o anche per condizioni oggettive come sfratti e debiti insoluti.

Il Vo.Cri. ha sezionato la città in quattro grandi aree dove i volontari si recano per ritirare il pane invenduto del giorno prima per portarlo in sede. E siccome, soprattutto i bambini, non vivono di solo pane, ecco anche che l’associazione provvede anche ad indumenti e giocattoli con le scarpe che sono il dono più gradito da parte delle famiglie. Nell’elenco anche materassi, letti, sedie, tavoli che i ragusani donano attraverso i canali parrocchiali o direttamente chiamando l’associazione.