Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 18 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 18:07 - Lettori online 814
RAGUSA - 20/10/2016
Attualità - La Bemisia tabaci è responsabile della diffusione del virus, ha colpito già in Spagna e Marocco

Pomodori e zucchine annientanti dalla temibile virosi

Dopo ulivi e carrubi altra tegola in testa per gli agricoltori del sud est siciliano Foto Corrierediragusa.it

Prima gli ulivi, poi i carrubi, ora i pomodori e le zucchine. C’è un virus che ha colpito oltre il 50% delle coltivazioni lungo la fascia trasformata iblea, in particolare l´area ipparina, ma anche il territorio aretuseo. Sono le temperature calde ad avere favorito l’insidia di quello che viene identificato come New Delhi virus. La virosi aveva colpito già lo scorso anno in Spagna e si registra ora nella fascia sudorientale siciliana sia per le coltivazioni in campo aperto sia nei tunnel di plastica. Il virus causa l’ingiallimento delle foglie in prima istanza e poi fa cadere il frutto. La Bemisia tabaci è la mosca bianca responsabile della diffusione del virus che nessuno sa come fermare. Potrebbero servire reti protettive molto fitte ma il lavoro sarebbe immane per proteggere migliaia di ettari di colture e l’efficacia non provata. E’ per questo motivo che le organizzazioni di categoria e i produttori stanno pensando ad un viaggio in Spagna per vedere di persona come il virus sia stato debellato.

L’ufficio fitosanitario regionale e l’ispettorato all’Agricoltura hanno promosso incontri con i coltivatori diretti per un’opera di informazione e per informare su cause ed effetti del virus ma gli interessati chiedono interventi decisivi di contrasto da adottare subito oltre alla rete anti afidi e l’estirpazione delle piantine colpite dal virus.

Una situazione preoccupante quindi quella che sta vivendo l´agricoltura siciliana. La parlamentare nazionale Marialucia Lorefice ha indirizzato anche un’interrogazione al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, al Ministro dell´Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, al Ministro dell´Economia e delle Finanze, a proposito della diffusione del virus del pomodoro che sta provocando l´accartocciamento fogliare distrugge la piantina prima ancora che dia il frutto, compromettendo così l´intero raccolto.