Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 21 Maggio 2018 - Aggiornato alle 12:19
RAGUSA - 19/10/2016
Attualità - Il pugno duro della polizia locale con 24 verbali

Vita da... cani a Ragusa per i padroni "distratti"

E i controlli saranno intensificati Foto Corrierediragusa.it

Il comune di Ragusa è sicuramente tra i più attivi, se non il più attivo in assoluto, in territorio ibleo per quanto riguarda la lotta al randagismo e all’inciviltà di certi cittadini che portano a spasso i loro cani senza dotarsi di paletta e sacchetto per raccoglierne i bisognini. E così l’ultimo report della polizia locale paventa tempi duri per tutti quei possessori, per così dire, «distratti», di cani. I vigili urbani hanno infatti elevato 24 verbali nei confronti anche di chi ha violato le norme in tema di randagismo e tutela degli animali. I verbali più numerosi riguardano i proprietari che lasciano allontanare i propri cani non utilizzando così il guinzaglio. Il fatto provoca negli spazi aperti una certa preoccupazione in chi si trova ad avere a che fare con un animale che non conosce e in qualche caso le reazioni hanno dato adito a qualche incidente. Nonostante le tante cattive abitudini ben verificabili sulle strade, sono solo due, invece, i proprietari sorpresi a consentire le deiezioni in luoghi pubblici senza provvedere alla rimozione con apposita spazzola e sacchetto.

La condiscendenza e la noncuranza dei proprietari dei cani rende le vie della città un vero e proprio percorso ad ostacoli per i pedoni al fine di evitare gli effetti sgradevoli delle deiezioni. Altre due multe per la mancata applicazione della museruola ed un solo verbale per la mancanza del regolare microchip. Una persona è stata inoltre deferita all’autorità giudiziaria per maltrattamenti verso gli animali. Le telecamere installate presso l’Anagrafe Canina hanno inoltre permesso di accertare l’abbandono di 13 cuccioli. La Procura è stata informata del fatto per i provvedimenti del caso.