Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 19 Luglio 2018 - Aggiornato alle 17:41
RAGUSA - 26/10/2013
Attualità - I residenti di via Ecce Homo, S. Vito, Odierna e Matteotti lanciano allarme

Un quadrilatero "maledetto" nel cuore della città

Difficile la sosta, macchine danneggiate nella notte. Avanzate alcune proposte al sindaco Piccitto

Qualcuno lo chiama già il "quadrilatero maledetto". Si estende tra le vie Matteotti, Ecce Homo, Cavalier Distefano, Diaz, Rapisardi, S. Vito ed Odierna. Vivere in questa area a ridosso di Comune e Prefettura dovrebbe essere, sulla carta, un privilegio, ma si sta rivelando invece un boomerang. Almeno da quanto scrivono i residenti in un documento in cui riferiscono di "essere sottoposti ad un vero e proprio assalto di auto con tensioni e continui interventi della Polizia municipale a causa del problema, "conosciuto ed ignorato dagli amministratori, dei parcheggi".

Chi abita in questa parte della città deve infatti fare i conti quasi quotidianamente con macchine tamponate, specchietti rotti, danni alla carrozzeria perchè non esiste una regolamentazione dei parcheggi e questi sono anche insufficienti. Non si può infatti parcheggiare in via Diaz perchè c´è il Sert, il parcheggio interrato costa troppo (960 € l´anno), ci sono tante autorizzazioni rilasciate e la sera i giovani che frequentano i locali della zona invadono marciapiedi e parcheggi lasciando poco o niente ai residenti. Questi hanno formulato una serie di proposte all´amministrazione sulla scia di quanto avviene ad Ibla per ottenere parcheggi riservati almeno dalle 20 alle 8 del mattino o rilasciando i pass a quanti vivono nel quadrilatero.