Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 17 Luglio 2018 - Aggiornato alle 20:07
RAGUSA - 01/05/2012
Attualità - Deflusso verso i centri urbani sotto gli occhi vigili della Polstrada sulle maggiori arterie

1° maggio di sole e mare. Turisti in riviera e centri storici

Ibla, Marina di Ragusa, Donnafugata, Punta Secca e la costa tra le mete privilegiate Foto Corrierediragusa.it

Il mare per i locali, le città per i turisti. E´ stato questo il motivo conduttore della giornata del 1° maggio. Il bel tempo ha favorito le gite fuori porta anche se molti si erano già spostati dallo scorso fine settimana per godere del lungo ponte. Le località marinare sono state prese d´assalto da Scoglitti a Marina Marza.

In assoluto le più frequentate Marina di Ragusa e Punta Secca dove i turisti hanno andati in processione alla casa di Montalbano all´ombra del faro. La pineta di Randello è stata meta di famiglie sin da metà giornata con famiglie che hanno organizzato il tradizionale picnic. La nota negativa è stata l´immondizia accumulata lungo molte strade della provincia per uno spettacolo non proprio gradevole.

Il primo bilancio di questo lungo ponte del 1 maggio si può comunque considerare positivo. Città affollate di turisti, alberghi e strutture ricettive in genere che hanno registrato il tutto esaurito in provincia.

Le forze dell´ordine hanno intensificato la loro presenza dal primo pomeriggio per garantire un deflusso tranquillo e sereno.

Sulle strade sono stati attivati posti di blocco e controlli a largo raggio; in particolare sulla Ragusa mare e sulla Catania Ragusa.

Le forze dell´ordine, in questo ponte, utilizzeranno tutti i sistemi elettronici a loro disposizione. Ma faranno anche largo uso di etilometro, a tutte le ore del giorno e della notte. Perché i dati dicono che, troppo spesso, anche in pieno giorno si trovano conducenti che hanno alzato un po´ troppo il gomito, finendo con il mettere a repentaglio la propria e l´altrui incolumità.