Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Aprile 2018 - Aggiornato alle 17:56
RAGUSA - 28/12/2011
Attualità - Il 23 di gennaio aprirà invece il cantiere per la sistemazione di via Roma

Parcheggio piazza Poste aperto in anticipo a giugno

E’ la previsione dell’amministrazione e dell’impresa alla luce dell’avanzamento dei lavori

Già in estate il parcheggio di piazza Poste potrebbe essere pronto ed aperto al pubblico. Si dicono fiduciosi sindaco ed assessore al centro storico sull’andamento dei lavori dopo il sopralluogo al cantiere di piazza Poste. La scadenza contrattuale è novembre ma la stessa impresa ritiene che possa completare prima della data definita per contratto.

Dice il sindaco Nello Dipasquale: «Siamo nella fase definitiva dei lavori. Il problema iniziale con le infiltrazioni d´acqua, a conti fatti, non ha influito più di tanto». C´è, però, ancora un passaggio da consumare. Il progetto che si sta realizzando è stato approvato senza la previsione degli ascensori a livello di piazza Poste. I progettisti pesano ad un elemento in vetro che avrebbe un impatto meno pesante su tutto il contesto della piazza.

«Se non dovesse essere accettato questo progetto – dice il direttore del cantiere Scarpulla – resteremo con l´uscita pedonale a raso già approvata, che prevede un piano di scale».

Il pressing sull´impresa che sta realizzando il parcheggio è motivato dal fatto che a breve inizieranno i lavori in via Roma. «La ditta – ha chiarito l´assessore Cosentini – ha assunto l´impegno che a febbraio libererà una corsia di corso Italia. Diventa un fatto importante, perché dal 23 gennaio inizieranno i lavori in via Roma, che saranno fatti a tratti, iniziando dalla parte compresa tra corso Italia e corso Vittorio Veneto».

Per quanto riguarda piazza Poste, una volta finiti i lavori, saranno riposizionate la vasca con la scultura di Cappello, il bassorilievo dello stesso scultore ed il monumento ai caduti postelegrafonici. «Tornerà come prima – ha assicurato il sindaco – ma sarà una vera piazza, senza più auto in sosta a deturparla».