Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 12 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:32 - Lettori online 788
POZZALLO - 18/05/2017
Attualità - Le ultime novità per risolvere l’annoso problema

Fondi per dragaggio porto piccolo

Il deputato Orazio Ragusa si è mosso in tal senso Foto Corrierediragusa.it

Ci sono i fondi per il dragaggio del porto piccolo. Sono i 370 mila euro provenienti dai fondi ex Insicem che potranno essere utilizzati per il progetto che prevede nuovi impianti tecnologici, viabilità interna ed esterna, il mantenimento e la protezione del canale d’ingresso del porto. La convenzione per realizzare il progetto è stata firmata tra l´Assessorato delle Infrastrutture e Mobilità ed il Comune e prevede, tra le altre cose, l´utilizzo di personale tecnico regionale per l´esecuzione dei lavori a cominciare dalla progettazione e direzione dei lavori. Il progetto è pronto ma ora bisognerà passare alla fase operativa di un intervento molto atteso dai tanti diportisti e proprietari di barche che utilizzano l’infrastruttura. L’insabbiamento del porto è una costante e dovrà essere risolto alla base.

I tempi per realizzare il progetto sono lunghi perché bisognerà bandire gare e affidare lavori. Dice il parlamentare Orazio Ragusa: « La collaborazione tra enti diversi, Comune di Pozzallo, Genio Civile di Ragusa e Libero consorzio comunale, ha fatto sì che in tempi brevi si possa passare alla redazione di un progetto in grado di dare risposta ad una serie di criticità esistenti superando una situazione in fase di stallo da parecchio tempo, prima tra tutti la movimentazione della sabbia dall´ingresso del porto piccolo, in modo da consentire la formazione di un canale di transito profondo e sicuro ai pescatori e ai diportisti che giornalmente transitano in quella area».

Prima che la stagione estiva si avvii a pieno ritmo la disponibilità della draga messa a disposizione dal Libero consorzio di Ragusa potrà risolvere nell’immediato i problemi di accesso alle banchine in sicurezza. Già la prossima settimana la draga entrerà in azione e libererà la zona dalla sabbia. Un intervento non definitivo ma che risolverà molti dei problemi dei diportisti.