Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Aprile 2018 - Aggiornato alle 17:56
POZZALLO - 26/02/2012
Attualità - Saranno stanziati dalla Provincia di Ragusa

Pronti 150mila euro per il dragaggio del molo turistico

Un progetto canteriabile in breve tempo
Foto CorrierediRagusa.it

"Ci sono 150 mila pronti per essere stanziati dalla Provincia di Ragusa per il dragaggio del molo turistico". E´ iniziata sotto i migliori auspici la riunione, svoltasi presso la Capitaneria di porto, fra il comandante Andrea Tassara ed Enzo Pelligra, nella qualità di presidente della settima commissione del Consiglio provinciale di Ragusa, organismo che si occupa di porti, aeroporti, autostrade e grandi infrastrutture. Alla riunione, erano presenti anche i consiglieri provinciali, facenti parte della settima commissione, Silvio Galizia, Raffaele Schembari e Pietro Barrera. Proprio quest´ultimo ha voluto fortemente l´incontro con i vertici della Capitaneria dopo aver ascoltato le lamentele degli operatori portuali, pescatori e diportisti sullo stato attuale in versa il molo. Per buona parte, difatti, l´imboccatura è ostruita dalla sabbia.

I quattro consiglieri provinciali hanno preso atto che i militari della Capitaneria hanno inoltrato al Genio Civile di Ragusa (ma anche alla Provincia e al Comune di Pozzallo) un progetto al fine di rendere meno difficoltoso l´entrata e l´uscita di barche e yacht di lusso, togliendo la fastidiosa sabbia. Il Genio Civile, di contro, aveva risposto dicendo che il progetto già esisteva e doveva passare al vaglio della commissione. Un progetto di 150 mila euro, canteriabile in breve tempo, visto che, secondo quanto riferito dai consiglieri della settima commissione, i soldi ci sono.

"E´ chiaro – dice Barrera – che bisogna aspettare il bando ma la perfetta conoscenza del problema da parte del comandante Tassara e la volontà, da parte nostra, di voler dare seguito alla riunione in Capitaneria, dimostrano che non c´è tempo da perdere al fine di risolvere la questione. Ci sono pure i soldi, l´unico problema, adesso, è il tempo. Se ci mettiamo all´opera, però, entro il periodo estivo, il problema sarà facilmente risolvibile".

Finita l´estate, "si aspetta – conclude Barrera – che Raffaele Lombardo ci dia contezza dei milioni di euro per il molo di sottoflutto, così non avremo più problemi di dragaggio per il molo turistico".