Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 20 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 10:43
MODICA - 14/06/2018
Attualità - Annullo filatelico speciale a cura di Poste Italiane nella casa natale del Nobel di via Posterla

Anniversario morte Quasimodo ricordato con poesie e musica

Il sindaco Ignazio Abbate ha sottolineato l’importanza dell’evento culturale Foto Corrierediragusa.it

Una giornata in ricordo e nel nome di Salvatore Quasimodo. La città con le sue massime istituzioni, con i rappresentanti delle associazioni culturali, di cittadini e turisti, ha partecipato alla giornata di commemorazione del 50mo della morte del Nobel modicano. Una targa è stata scoperta a palazzo Moncada, sede della biblioteca comunale, intitolata proprio a Quasimodo. Il sindaco, Ignazio Abbate e la presidente dell’associazione «Proserpina», Marinella Ruffino hanno rimosso la copertura della targa alla presenza del vice sindaco, Giorgio Linguanti e dell’assessore Giorgio Belluardo.

Nella sede del Museo Casa natale di via Posterla il primo cittadino ha deposto una corona d’alloro alla lapide rievocativa (foto). La cerimonia alla presenza delle autorità civili e militari della città è stata preceduta dalla lettura di alcune poesie a cura degli alunni del Liceo linguistico Magistrale «Verga» , Renata Di Martino e Aurora Pisana, nel mentre un duo al clarino del Liceo Musicale, Martina Tumino e Giuseppe Rubetti, hanno con le loro note fatto da sfondo musicale alla recitazione.

Dopo, all’interno della casa natale del poeta a cura delle Poste Italiane, è stato dato il via all’annullo filatelico speciale in occasione della ricorrenza. Si tratta di un francobollo, come ha illustrato Leonardo Bianco, dirigente di Poste Italiane per la Provincia di Ragusa, che è una forma d’arte coniato dal Ministero dello Sviluppo Economico che vede Quasimodo in un disegno di Giacomo Manzù. Anche il sindaco Abbate ha operato l’annullo sul francobollo; dopo è stata inaugurata l’esposizione delle grafiche di Pino La Cava a cura di Sabrina Del Piano che rimarrà aperta nella Casa Quasimodo per quindici giorni. Le celebrazioni hanno visto anche una drammatizzazione musicale, a cura degli studenti dell’Istituto «Verga» e dell’Associazione VIA, al Palacultura è seguita la lettura di poesie a cura dei componenti del Caffè Letterario «Quasimodo». L´Associazione culturale Arca Sicula ha presentato gli eventi al Palacultura tra cui la ricollazione del pregevole ritratto, opera del maestro Piero Guccione, nell´archivio storico permanente con una presentazione del critico Andrea Guastella.

Il sindaco Ignazio Abbate ha sottolineato l’importanza dell’evento culturale ed ha rimarcato la volontà dell’amministrazione di costituire una Fondazione dedicata al Nobel. «Ringrazio tutte le associazioni culturali –ha detto Abbate- a cominciare dall’associazione «Proserpina», per il grande lavoro sin qui svolto; ringrazio Poste Italiane per la loro convinta collaborazione e quegli studenti che hanno reso più vivo, con un segno tangibile di speranza, il futuro della memoria di Salvatore Quasimodo».