Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 16 Luglio 2018 - Aggiornato alle 1:07
MODICA - 16/05/2018
Attualità - La denuncia delle associazioni che gestiscono il terreno di via Sulsenti

Sabotaggi all´orto sociale Melvin Jones di Modica

Manomesso l’impianto di irrigazione dell’acqua con danni per le colture Foto Corrierediragusa.it

Sabotaggio ad opera di ignoti ai danni dell’orto sociale «Melvin Jones» (foto). L’orto di via Sulsenti è gestito da alcune associazioni di volontariato con Anffas in prima fila ed è curato dai giovani coltivatori che sotto la guida di esperti ha recuperato lo spazio e la terra per coltivare ortaggi. I responsabili dell’Anffas hanno segnalato che da qualche tempo a questa parte ignoti forzano la manovella che regola il sistema di irrigazione impedendo così che piantine e colture si innaffino con tutte le conseguenze del caso. Il lavoro giornaliero va così perso con grande rammarico e delusione di quanti prestano la loro opera. I prodotti dell’orto vengono venduti sul posto o avviati ai mercanti con un ritorno gratificante per quanti si sacrificano.

Inoltre la meritoria attività sociale consente l’inclusione, la partecipazione e la riqualificazione di tutta l’area. Il fatto che qualcuno possa pensare a vanificare tutto ciò inquieta. Dice Giovanni Provvidenza dell’Anffas: «Al ripetersi dell’ »incidente», infatti, grande è stata la delusione dei ragazzi, che si sono sentiti ingiustamente sabotati nello svolgimento di un’attività che nulla toglie a nessuno ma che, al contrario, soltanto dà: dà alla comunità una nuova risorsa, che tra l’altro incentiva il commercio biologico, nostrano e a km 0; dà alle aziende che con l’Anffas fanno rete; dà soprattutto a dei ragazzi quella dignità e quell’autonomia che solo il lavoro può dare».