Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 24 Settembre 2018 - Aggiornato alle 15:54
MODICA - 03/05/2018
Attualità - Il nuovo edificio scolastico di via Sulsenti

Inaugurata scuola in memoria del giovane che cadde da lucernario

Stefano Bombardamento lottò 3 anni in ospedale prima di morire Foto Corrierediragusa.it

Nonostante il meteo, tantissime persone hanno partecipato all’inaugurazione della nuova scuola «De Naro Papa» di via Sulsenti. Una delle opere più importanti (ed impegnative) realizzate durante l’attuale amministrazione, nata all’indomani dell’insediamento di Ignazio Abbate che venne a conoscenza di questa grande opera incompiuta. Da allora è diventata una priorità amministrativa: prima la «caccia» al finanziamento e poi lo svolgimento dei lavori fino alla loro conclusione e consegna. La palestra rinnovata, il nuovo campetto di calcetto, gli anfiteatri e gli spazi a verde per fare della scuola anche un centro polisportivo a disposizione dell’intera comunità modicana. E soprattutto il nuovo plesso che accoglie le aule scolastiche. L’edificio si chiamerà «Plesso Stefano Bombardamento», in memoria dello sfortunato ragazzino caduto da un lucernario nel 2013 mentre giocava con gli amici che ha lottato per ben tre anni prima di arrendersi.

Alla scopertura della targa era presente anche la famiglia Bombardamento con la sorellina Paola che ha letto un commovente messaggio scritto dai propri genitori in memoria di Stefano. L’utilizzo del plesso permetterà il trasferimento di diverse classi, attualmente ospitate in altre sedi prese in affitto dal Comune, e quindi un notevole risparmio per le casse comunali. Il sindaco ha «aperto» la mattinata lasciando la propria impronta sul muro d’ingresso in mezzo a quelle di tutti i bambini che frequentano la De Naro Papa.