Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 12:44 - Lettori online 862
MODICA - 22/07/2017
Attualità - Decisione unilaterale del sindaco

Corso Mediterraneo chiuso: Ascom contro il sindaco

Il presidente Moncada chiede conto e ragione Foto Corrierediragusa.it

Corso Mediterraneo chiuso al traffico veicolare solo in occasione di spettacoli ed eventi, anzi no: resta chiuso tutti i giorni e per tutta l’estate, come isola pedonale permanente. Il ripensamento del sindaco Ignazio Abbate, che ha emesso una ordinanza in tal senso lo scorso 15 luglio dopo aver dato la sua disponibilità ad un precedente tavolo tecnico con i commercianti convocato dall’Ascom nientemeno che a febbraio, crea malcontento e, soprattutto, smentisce due suoi assessori, Lorefice e Belluardo, a quanti pare all’oscuro del cambio di rotta. Pare difatti che i due amministratori siano caduti dalle nuvole dinanzi alla legittima richiesta dei commercianti con cui era stata concordata la chiusura del tratto di strada solo in occasione di eventi che attirassero persone, e quindi potenziali clienti. Insomma, i due assessori si sarebbero resi conto della nuova situazione solo a cose fatte.

Non ci sta il presidente dell’Ascom Giorgio Moncada (foto), secondo cui «Non si può cambiare idea in maniera unilaterale dopo aver rassicurato i commercianti in tempi non sospetti nell’ambito del tavolo tecnico convocato appositamente: il sindaco – precisa Moncada – deve conto e ragione agli interessati e chiarire perchè il volere di pochi abbia prevalso sulla volontà della maggioranza degli interessati». E pensare che, nell’ambito degli accordi presi in precedenza tra Ascom e amministrazione, per la prima volta da anni la maggior parte delle attività commerciali della frazione marinara modicana erano aperte già dal primo giugno.

LA RISPOSTA DEL SINDACO
«La chiusura di Corso Mediterraneo a Marina di Modica è stata una scelta concertata e soprattutto richiesta a gran voce da residenti, turisti e commercianti. Questi ultimi, in particolare quelli che insistono sul Corso, hanno fatto pervenire anche una petizione firmata per chiedere la realizzazione della zona pedonale ogni sera e non solo quando ci sono in programma eventi». E´ quanto ribadisce in una nota il sindaco Ignazio Abbate. «L’Ascom fa bene a difendere i suoi iscritti e le loro volontà, ma essi non rappresentano la maggioranza né dei commercianti né tantomeno dei residenti di Marina. In quanto Primo Cittadino - dice Abbate - devo conciliare le esigenze di tutti, commercianti e residenti, pensando soprattutto alla sicurezza pubblica. Per me è impensabile che un bambino che vuole mangiare un gelato deve stare a mezzo metro dalle macchine che sfrecciano. O ancora un cliente di una pizzeria che deve quasi condividere lo spazio con le automobili.

Ragion per cui si è optato per la chiusura totale a partire dalle 21, consentendo così il normale orario di lavoro ai supermercati che insistono nella zona. Anche i commercianti di Corso Mediterraneo hanno capito l’importanza della zona pedonale vista la petizione che ci hanno fatto pervenire in data 20 luglio, data posteriore a qualsiasi altro incontro avuto in precedenza, in cui testualmente «Si chiede la chiusura serale del tratto di strada tra la Piazza Mediterraneo e l’intersezione con Via Ferdinando Magellano». Ribadisco l’estrema apertura nei confronti dell’Ascom che nei prossimi giorni saremo ben lieti di incontrare - conclude il sindaco - per un confronto aperto su questa ed altre iniziative future».