Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 775
MODICA - 21/06/2017
Attualità - Conclusi i lavori riguardanti il rifacimento del muro di contenimento crollato

Modica: la via Pulino finalmente messa in sicurezza

L’apprezzamento dei residenti per la piena fruibilità della strada che serve un intero quartiere Foto Corrierediragusa.it

Nuovo muro di contenimento e pavimentazione rifatta. La via Pulino (foto), strada che serve un quartiere molto popolato, è diventata più sicura e decorosa dopo i lavori di riqualificazione. Il muro perimetrale, crollata anni fa a causa delle piogge è stato messo in sicurezza e l’accessibilità a tutto il quartiere è ora garantita. Un’opera attesa che nel corso degli anni ha innescato polemiche a non finire e che l’amministrazione abbate ha concluso dando una risposta ai residenti. Dice il sindaco Ignazio Abbate: «Voglio ringraziare tutte le persone che, a vario titolo, si sono impegnate per la conclusione dei lavori ed in particolar modo l’assessore Giorgio Linguanti, senza il cui operato non saremmo arrivati a questi risultati. Abbiamo atteso tutti i tempi burocratici tra Sovrintendenza e Genio Civile e siamo convinti di aver realizzato il tutto a regola d’arte».

Un residente nella zona ha fatto pervenire alla nostra redazione una lettera aperta nella quale si legge, tra l’altro, «Sono un residente della via Michele Pulino ormai da tanti anni (oltre 30) e posso affermare che tale via non hai mai versato nelle condizioni, ottimali, in cui versa adesso. E’ stata finalmente restituita alla collettività e resa pienamente fruibile con interventi mirati e lodevoli. Non solo i muri sono stati ripristinati, ma il manto stradale è stato completamente scarificato e rifatto dall’inizio della via fino all’Ente Liceo Convitto, e di questo sento il dovere morale di ringraziare l’amministrazione tutta, i quali, in barba ai soliti disfattisti e bastian-contrari, bravi solo ad alzare la voce per criticare in maniera sterile e puerile».