Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 0:00 - Lettori online 419
MODICA - 22/05/2017
Attualità - Mostra nel foyer del teatro Garibaldi, 12 disegni di studio presentano il tessuto urbano

"Una melagrana spaccata" nei disegni di Orazio Caruso

L’autore lavora finemente di matita e riesce a rendere lo spaccato di quartieri e angoli di Modica Foto Corrierediragusa.it

Orazio Caruso lavora finemente di matita e riesce a rendere lo spaccato di quartieri e angoli della città. I suoi dodici «quadri» sui vari quartieri non sono una fotografia asettica perché, pur nella loro oggettività, riescono a trasmettere il senso di uno spazio urbano che qui si anima di pareti bianche, che più in là assomma tetti dal colore della pietra mentre in mezzo si aprono spazi verdi della fascia degli orti nella zona che da Modica bassa sale verso S. Giorgio.

Per il critico Paolo Nifosì il lavoro e lo studio del giovane architetto modicano che espone nel foyer del Teatro Garibaldi è «un lavoro prezioso, raffinato ed elegante». Riprendendo l’immagine di Gesualdo Bufalino la mostra dal titolo «Una melagrana spaccata» rende l’idea offerta dallo scrittore comisano in tutto e per tutto perché il tratto della matita riesce ad essere chiaro, pulito e trasparente rendendo al meglio contorni, luce e materia che si compongono in un mosaico ideale che è allo stesso tempo organico ed unitario.