Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:26 - Lettori online 908
MODICA - 13/04/2017
Attualità - Non c’è pace sulla nuova rete ospedaliera iblea approvata a Roma

Caso ambulanze medicalizzate: Modica e Vittoria out?

Viene meno il mezzo di soccorso di Modica, mentre a Vittoria si rimane senza personale sanitario a bordo Foto Corrierediragusa.it

Il nuovo piano sanitario regionale continua a far discutere. Dopo la firma romana al Ministero della salute, dove sembrava risultare tutto secondo le aspettative, da quando il piano è ritornato in Sicilia non fa che accendere polemiche e accumulare segnalazioni di refusi su refusi. La nuova rete sanitaria ridisegna anche la mappa delle ambulanze medicalizzate nell´Isola. Vero è che rimane immutato il numero dei 96 mezzi con medico a bordo, ma cambia radicalmente la distribuzione sul territorio regionale. La nuova mappa deve ancora essere discussa con i responsabili del servizio del 118 sui territori e quindi il piano potrebbe subire ulteriori modifiche. La distribuzione delle ambulanze medicalizzate dovrebbe rispondere ai criteri del cosiddetto decreto Balduzzi, secondo cui serve un´ambulanza di tipo avanzato ogni 60 mila abitanti, con la copertura di un territorio non superiore a 350 chilometri quadrati. La legge dovrebbe prevede anche un correttivo per le zone di particolare difficoltà di accesso, come il nostro territorio ma così pare proprio non sia stato. In particolare in territorio di Ragusa da sei si passerebbe a sette ambulanze medicalizzate. Confermate a Chiaramonte Gulfi, Pozzallo e Ragusa. Si aggiungono Scicli, Santa Croce Camerina, Ispica e Comiso.

Viene meno quella di Modica, mentre a Vittoria rimane un mezzo senza personale sanitario a bordo. Penalizzate dunque Modica e Vittoria. Il movimento politico Riavvia Vittoria punta il dito contro il provvedimento dato che da tempo si chiedeva un´ambulanza medicalizzata per Vittoria. Il nuovo provvedimento esclude la medicalizzata ed elimina il personale sanitario a bordo, con ulteriore taglio nel fondamentale servizio. A Modica viene invece eliminata l´ambulanza medicalizzata lasciando la città e tutto il vasto territorio modicano senza copertura. Insorge Salvatore Rando, delegato alla sanità di Modica, secondo cui questa situazione appare quantomeno paradossale e sa di beffa per il territorio.

Il rischio è non riuscire ad arrivare ad assistere chi ne ha bisogno rispettando i tempi previsti dalle linee guida del soccorso, le ripercussioni saranno sui residenti. Un´ambulanza medicalizzata permette di interagire direttamente con l´ospedale. Tagliandole, il paziente non verrà più portato nella struttura più appropriata sulla base dei sintomi, ma solo all´ospedale più vicino. Le ricadute sono sempre sulla salute dei cittadini.