Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 18 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 18:07 - Lettori online 788
MODICA - 05/04/2017
Attualità - Sostituiranno quelle attaccate dal punteruolo rosso, saranno alte oltre 6 metri

Modica, arrivano nuove palme nel centro storico

L’assessore Pietro Lorefice: "Per ogni palma tolta ce ne sarà un’altra da impiantare" Foto Corrierediragusa.it

Nuove palme nel centro storico. La giunta intende sostituire quelle esistenti che sono state attaccate irrimediabilmente dal punteruolo rosso e non sono più recuperabili. Le nuove palme che saranno interrate in piazza Matteotti (foto), e nello slargo antistante la chiesa di S. Pietro sono alte altre sei metri e non dovrebbero essere attaccabili dal parassita.

Dice l’assessore Pietro Lorefice: «La piantumazione avverrà nei prossimi giorni dopo lo sradicamento di quelle esistenti.Abbiamo riscontrato criticità tali da costringerci a programmarne la sostituzione. A prima vista si notano gli alberi ammalorati che, nonostante i tentativi che abbiamo fatto, non sono più recuperabili. Si è notato in città vicine a noi che un ritardo nell’eliminazione della palma colpita ha causato danni notevoli sia a persone che a cose. Il caso più grave a Catania che è costato la vita ad una ragazza seduta su di una panchina e colpita dal crollo di una parte della palma prospiciente. Voglio rassicurare tutti che per ogni palma tolta ce ne sarà un’altra da impiantare. Queste ultime sono particolari specie di palmizie che a tutt’oggi non sono state attaccate dal punteruolo e che quindi ci offrono maggiori garanzie di tenuta in futuro. Il panorama del centro storico non subirà grossi mutamenti».