Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 17 Agosto 2017 - Aggiornato alle 0:20 - Lettori online 355
MODICA - 22/03/2017
Attualità - Dopo le scorribande al parco di San Giuseppe U Timpuni

Vandali ripresi a Marina di Modica

Tolleranza zero dell’amministrazione comunale verso questi atteggiamenti Foto Corrierediragusa.it

Vandali ancora in azione. Ad essere presa di mira questa volta è la frazione balneare di Marina di Modica. Atti di vandalismo sono stati perpetrati contro opere pubbliche. Il vandalo ignoto ha agito di notte, imbrattando con murales i muretti del lungomare Buonarroti e tutto quello che ha trovato davanti tra panchine, cancelli, giochi per bambini e perfino il pontile delle barche. Poi il vandalo si è diretto fino all´Auditorium Mediterraneo riempendo con lo spray di scritte e simboli l´ingresso dello spazio comunale che ospita i vigili urbani. Insomma una notte folle che ha cambiato in peggio l´aspetto della piccola frazione. I residenti sono preoccupati in quanto anche tante proprietà private sono state intaccate dai vandali. I residenti temono per le loro case e per la loro incolumità. Ma il vandalo seriale potrebbe avere le ore contate. Infatti a Marina di Modica è attiva la videosorveglianza comunale che dovrebbe svelare presto l´identità del vandalo. Si pensa, dalle prime indiscrezioni, che si possa trattare di un giovane che abbia agito già precedentemente in territorio modicano. Insomma un recidivo del vandalismo estremo.

L´amministrazione comunale ha dichiarato tolleranza zero verso questi atti di vandalismo, anche alla luce di quanto accaduto al parco di San Giuseppe "U Timpuni" a Modica. Il copione è sempre lo stesso: lampioni rotti, colonnine divelte, scritte sui muri e tutto quello che c’è nel campionario degli stupidi. Per fortuna le immagini di videosorveglianza hanno ripreso tutto. Il parco non sarà più aperto h24 ma verrà chiuso a determinati orari e in determinati giorni. I vandali dunque saranno presto identificati e denunciati.

Ha collaborato Piero Burrugano