Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 17 Agosto 2017 - Aggiornato alle 0:20 - Lettori online 337
MODICA - 24/02/2017
Attualità - Il sindaco e i funzionari hanno dettato i tempi degli ultimi lavori e dell’apertura

Modica, biblioteca apre a palazzo Moncada a Giugno

E’ dotata di 35mila volumi e di ricchissimo assortimento di cinquecentine e incunaboli Foto Corrierediragusa.it

La biblioteca comunale aprirà prima dell’estate. L’assicurazione è venuta da sindaco, assessori e funzionari che hanno scandito in sede di conferenza stampa le tappe per arrivare alla riapertura della biblioteca intitolata al Nobel Salvatore Quasimodo. Presso la sede di palazzo Moncada (foto) sono in corso di realizzazione interventi per la sistemazione di infissi e piccole opere murarie mentre per gli arredi sarà bandita a breve la gara per un importo di 88 mila euro già in bilancio. Sono gli ultimi due passaggi per la riapertura della biblioteca che è stata itinerante e scarsamente fruibile da quando nel 2013 fu chiuso il palazzo dei Mercedari. Poi il trasferimento di una parte dei volumi al palazzo della Cultura dove tuttora si trovano. La biblioteca è dotata di 35mila volumi di cui 22.627 già custoditi a Palazzo Moncada e poi il ricchissimo assortimento di cinquecentine e incunaboli, custoditi a Palazzo Sant’Anna (353 volumi del 1500, 726 del 1600, 2539 del 1700, 1891 tra il 1800-1850) di cui il più antico è datato 1476 dal titolo «Consilia medica» di Antonius Cermisonius.

«Nel 2013, anno del nostro insediamento, abbiamo trovato una situazione assai incerta ha detto il sindaco Ignazio Abbate- e siamo stati costretti ad intervenire per tutelare e salvaguardare il patrimonio della biblioteca comunale. I libri rari, ovvero le cinquecentine e gli incunaboli, sono stati ripuliti e sottoposti a particolari processi di conservazione.
Rimane il grande rammarico del come nel passato non si è data adeguata cura all’enorme patrimonio librario trattato come se si trattasse di carta straccia».

A Palazzo Moncada è stata prevista anche una sala di lettura e di consultazione dei testi ed una sala per le proiezioni, incontri e seminari di studio. I libri di maggiore pregio saranno custoditi al primo piano del palazzo. La chiusura della biblioteca e la sua scarsa fruibilità sono stati oggetto negli ultimi anni di prese di posizione, critiche e iniziative pubbliche promosse da vari comitati cui hanno aderito operatori culturali, associazioni, genitori e docenti.