Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:26 - Lettori online 866
MODICA - 16/01/2017
Attualità - La sede di via Fabrizio è attualmente chiusa per carenze strutturali, compresa la palestra

Plesso istituto Giovanni XXIII sarà ricostruito

Il Miur ha dato assicurazioni al sindaco che la scuola sarà inserita nei finzianzimenti per l’edilizia scolastica Foto Corrierediragusa.it

La sede dell’istituto comprensivo Giovani XXIII (foto) di via Fabrizio sarà ricostruita. L’edificio sarà inserito nei finanziamenti per l’edilizia scolastica che il Miur si appresta ad ufficializzare. Il sottosegretario Gabriele Toccafondi ha dato rassicurazioni in questo senso. Una parte dell’edificio di via Fabrizio, palestra compresa, è attualmente chiusa per le carenze strutturali emerse a seguito di controlli avviati in estate dai tecnici comunali. La scuola si trova quindi dislocata tra uno dei plessi agibili e la ex sede del Liceo Artistico sulla Modica mare. Il progetto dell’amministrazione per ottimizzare la funzionalità della didattica e venire incontro alle famiglie prevede l’utilizzo dell’ex palazzo dell’Azasi che verrà liberato dagli uffici comunali tuttora ospitati, in attesa che i lavori di recupero della sede storica siano avviati e completati. Soddisfazione dei genitori per una soluzione che veniva attesa da tempo anche se, proprio dal punto di vista della tempistica, ad oggi non ci sono comunque date certe, anche se si sta comunque procedendo speditamente.