Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 763
MODICA - 21/12/2016
Attualità - Al giovane è stata intitolata l’aula di chimica

VIDEO Il commosso ricordo di Vincenzo

I genitori hanno donato attrezzature didattiche alla scuola Foto Corrierediragusa.it

E´ morto la scorsa estate in un incidente stradale il 18enne modicano Vincenzo Spadaro. In memoria del giovane si è tenuta una sobria cerimonia al liceo scientifico Galilei (vedi video servizio Canale 74 realizzato da Margherita Leone e Silvio Casiraro)


In ricordo di Vincenzo, che la scorsa estate, pochi giorni dopo aver fatto gli esami di maturità, perse la vita in sella alla sua moto, in seguito all’impatto fatale con un furgone in contrada Busita Carranzonza, è stata organizzata dal professore di matematica del liceo scientifico, Antonino Cerruto, dalla cugina Aurora e dai ragazzi del liceo, un intero pomeriggio dedicato a Vincenzo e alle sue passioni, quali la matematica, la fisica e la musica. Un torneo di matematica prima di tutto, nel quale più di venti squadre si sono sfidate tra loro a colpi di numeri. Un gioco che ha decretato dei vincitori, che oltre che essere geni in materia, hanno mostrato grande umanità. Una vittoria più che altro simbolica e di valore per la 2 d e 3 f, che hanno ricevuto le loro targhe. Soddisfatti ed entusiasti il professore Cerruto e il preside del Galilei, Sergio Carrubba, che hanno sottolineato il valore comunitario della scuola e il ricordo di Vincenzo, definito, oltre che uno studente brillante, addirittura un collaboratore dallo stesso professore Cerruto. E proprio per l’armonia che si crea tra la bellezza della matematica, la bellezza della musica e la bellezza del ricordo, al giovane, appassionato di pianoforte, sono stati dedicati due componimenti musicali suonati al piano dal preside. Musica che ha allietato i momenti della conferenza tenuta dal professore dell’università di Catania, Alfio Ragusa, sull’utilità e la bellezza della disciplina, bella perché è perenne e c’è sempre. Sentite anche le parole dell’insegnante di filosofia, Assenza, secondo il quale non basta la buona scuola, perché ci vuole la vera scuola. Vera scuola che è comunità, umiltà e ricordo di persone che stanno insieme.

Sono stati momenti di commozione allo Scientifico, gremito di gente per ricordare Vincenzo. Parenti, amici, compagni, docenti e conoscenti, tutti mossi dall’affetto e dalla stima per lui, coesi nella riuscita di un pomeriggio a lui dedicato. Tante le attività in suo onore, ma quelle che hanno permeato nell’animo di tutti sono stati i momenti ricordo del 18enne. In un video a lui dedicato, con parole, musiche e foto, Vincenzo è stato descritto come figlio, come amico, come compagno, come studente, come persona a tutto tondo. Non sono mancati i momenti di malinconia e nostalgia, soprattutto quando la mamma del giovane ha letto alcune righe di ringraziamento. "Mio figlio vivrà per sempre e mi piace ricordare il suo bel soriso", ha detto commossa la madre. Lei e il marito hanno poi donato attrezzature didattiche alla scuola. Significativa la premiazione da parte del preside e dei ragazzi dei genitori, ai quali è stata consegnata una targa ed il video. Entrambi emozionati e con le lacrime che rigavano il loro volto, hanno parlato del figlio. Vuoto incolmabile è quello che Vincenzo ha lasciato anche nel cuore della nonna, in quanto era il suo tutto. A Vincenzo è stata intitolata l’aula di fisica, un riconoscimento per la sua dedizione alla materia, per il suo impegno e la sua umiltà. Come recitato dal professore Di Maggio che ha prestato la sua voce per la lettura di una poesia, "Il silenzio immateriale che le persone care ci lasciano è l’amore, che non è altro che il dono della loro presente assenza".