Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:25 - Lettori online 695
MODICA - 21/11/2016
Attualità - Lo ha riferito lo stesso primo cittadino

Sindaco di Modica denunciato su pagamenti stipendi

Alle porte una grande rivoluzione dopo oltre 7 anni di proroghe Foto Corrierediragusa.it

Da dicembre via la ditta Puccia, dopo ben 7 anni di proroghe, ed entra l’Igm. A gestire il servizio di raccolta rifiuti sarà l’impresa siracusana grazie al nuovo appalto conferito con una gara da 80 milioni di euro in sette anni. Che fine faranno i circa cento dipendenti della ditta Puccia e soprattutto riusciranno questi a recuperare le mensilità arretrate per le quali è in corso un contenzioso da tempo? In consiglio comunale il sindaco Ignazio Abbate ha dato rassicurazioni precise. I dipendenti transiteranno in automatico nella nuova ditta e non si perderanno posti di lavoro. "Gli operai - ha detto il sindaco - potranno operare con una certificazione di credito rispetto a quanto deve la ditta Puccia e ciò consentirà il pagamento individuale da parte dell’ente". La ditta Puccia ha assicurato che gli operatori ecologici saranno pagati anche se i tempi sono tutti da verificare alla luce del contenzioso tra l’impresa e l’amministrazione. Abbate non ha avuto problemi a dichiarare in aula che nei suoi confronti c’è una denuncia per abuso d’ufficio in quanto egli stesso avrebbe erogato direttamente le somme dovute per gli stipendi ai dipendenti.

Il problema tuttavia è se i soldi, al di là del mandato inviato alla banca tesoriera, potranno essere percepiti dai lavoratori. Vito D’Antona ha denunciato la «peculiarità» dell’azione del sindaco che ha emesso il mandato pur sapendo che non ci sono soldi per pagarlo. Per il consigliere Sel è come un’emissione di un assegno a vuoto. Inoltre l’amministrazione avrebbe ignorato l’accordo sottoscritto in Prefettura relativo alla tempistica dei pagamenti per cui gli arretrati se non sono in pericolo sono certamente dilatati nel tempo per il pagamento. L’unica buona notizia è che per la raccolta rifiuti si chiude la fase emergenziale e delle proroghe e si va ad un nuovo appalto che dovrebbe, tra l’altro assicurare, una raccolta differenziata almeno al 30 per cento.

Nella foto palazzo San Domenico, sede del comune di Modica



Duccio Gennaro.Nuova era raccolti rifiuti e sindaco denunciato per abuso d´ufficio
23/11/2016 | 15.02.14
operatore ecologico

Signor Sindaco se lei avrebbe rispettato l´accordo preso in prefettura saremmo tutti tranquilli e con i soldi in tasca e non avremmo bisogno di cercare nessuna certificazione alla ditta. Con la ditta precedente per avere i nostri soldi sono passati cinque anni...