Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 12 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:32 - Lettori online 813
MODICA - 07/11/2016
Attualità - Le ditte fornitrici di ferro e calcestruzzo rischiano il blocco per mancanza di liquidità

Cantieri autostrada, per i sindacati situazione critica

La Cosige ha fornito deve ricevere per fatture scadute una somma di circa 23 milioni di euro Foto Corrierediragusa.it

Sindacati preoccupati per come vanno le cose nei cantieri dei lotti dell’autostrada da Rosolini a Modica. Per i segretari generali di Cgil,Cisl,Uil di Ragusa Giuseppe Scifo, Paolo Sanzaro, Giorgio Bandiera, la situazione è critica perchè ci sono ditte subappaltatrici i cui lavoratori sono sospesi perché non ricevono il pagamento delle fatture. La stessa situazione riguarda le ditte fornitrici delle materie prime (ferro e calcestruzzo) con il rischio del blocco delle forniture ai cantieri. La Cosige da parte sua ha fornito un quadro altrettanto critico dicendo di dover ricevere, per fatture scadute una somma di circa 23 milioni di euro.

A questa situazione fortemente critica sotto il profilo economico si aggiungono problemi di carattere logistico. Rimangono ancora irrisolte alcune procedure di espropri, la rimozione di tralicci di linee elettriche e di telecomunicazione. In alcuni tratti va effettuata la bonifica contro il rischio di presenza di ordigni bellici. Cgil, Cisl e Uil sono per questo motivo sul chi vive perché esiste il rischio reale di perdita di diverse centinaia di posti di lavoro tra diretto e indotto, e perché diventa sempre più incerto il prosieguo dell’opera. I sindacati si sono appellati ai rappresentanti istituzionali perché intervengano ed in assenza di segnali concreti, hanno annunciato lo stato di agitazione dei lavoratori.