Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 22 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 21:38 - Lettori online 481
MODICA - 01/11/2016
Attualità - Comprende i comuni di Modica, Pozzallo, Scicli, Ispica, Portopalo di Capo Passero, Avola, Noto e Pachino

Gac "Dei due mari" approvato, soldi in arrivo

Il contributo pubblico concesso per la strategia di sviluppo locale è di 2 milioni e mezzo Foto Corrierediragusa.it

Quasi due milioni e mezzo di finanziamento per il Gruppo di Azione Costiera, Gac, «Dei due mari». Il progetto è stato giudicato il migliore dal Dipartimento regionale della pesca mediterranea che ha pubblicato la graduatoria delle strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo. Il Gruppo di Azione Costiera è collocato in prima posizione nella graduatoria regionale con il punteggio di 78,50. L’importo del contributo pubblico concesso per la strategia di sviluppo locale ammessa è pari a 2.449.000. Il Gac Dei Due Mari comprende i comuni di Modica, Pozzallo, Scicli, Ispica, Portopalo di Capo Passero, Avola, Noto e Pachino.

La strategia di sviluppo locale ammessa a finanziamento comprende interventi infrastrutturali nei porti e luoghi di sbarco volti a potenziare i sistemi logistico produttivi del settore della pesca, interventi di conservazione e tutela dei sistemi dunali– marini lungo la fascia costiera, studi di ricerca scientifica applicata, interventi di raccolta di rifiuti dal mare finalizzati al ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini. Previsti anche incontri di sensibilizzazione sui temi ambientali, le azioni volte a valorizzare le produzioni ittiche locali mediante l’utilizzo di nuove tecnologiche (market place e app), progetti di internazionalizzazione e misure di accesso al credito. Il Gac «Dei due mari» è il secondo progetto approvato dopo il Gal «Terra Barocca» che consentirà invece di intervenire sul territorio urbano e sulla campagna.