Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 22 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 15:41
MODICA - 30/06/2012
Attualità - Per il comandante Puglisi la procedura è stata interrotta per i chiarimenti richiesti dagli uffici

Pannelli via S. Cuore: il silenzio - assenso dell´amministrazione

Per i titolari dell’impresa ed i consiglieri comunali Giorgio Stracquadanio, Nino Gerratana e Maurizio Di Mauro non c’è nessun abuso
Foto CorrierediRagusa.it

I cartelloni pubblicitari di via S. Cuore (nella foto) non sono abusivi. Lo sostengono l’impresa che li ha installati ed i consiglieri comunali Maurizio Di Mauro, Giorgio Stracquadanio e Nino Gerratana.

Sull’installazione dei cartelloni l’amministrazione comunque è andata avanti ed il dirigente del settore, il comandante Giuseppe Puglisi, ha presentato una denuncia alla Procura della Repubblica per l’installazione che è ritenuta abusiva. I consiglieri comunali e la stessa impresa sostengono, invece, che è il comune di Modica ad essere in torto perché non ha dato riscontro alla lettera di richiesta di installazione entro i 75 giorni previsti dalla legge; dopo tale termine infatti è scattato il «silenzio assenso» per cui l’impresa si è sentita autorizzata ad andare avanti con il suo progetto.

Dicono i tre consiglieri comunali: «Non è vero che gli impianti siano abusivi, ma sono stati di fatto autorizzati da un´Amministrazione assente e distratta, che ha oramai rinunciato ad esercitare il suo ruolo di guida».

Dal canto suo il comandante Giuseppe Puglisi ha presentato denuncia alla Procura visto che uno dei titolari del terreno sul quale sono stati posti i pannelli ha sporto denuncia al comando ella Polizia locale evidenziando la violazione della sua proprietà.

Il comandante Puglisi ha anche chiarito come la procedura del cosiddetto «silenzio-assenso» della quale si sarebbe avvalsa la ditta esecutrice, non era attuabile perché i tempi erano stati sospesi. Infatti dopo la presentazione della domanda per la concessione gli uffici comunali avevano chiesto ulteriori documenti per integrare la domanda facendo dunque scattare la sospensione della procedura denominata «silenzio- assenso».

«Dal momento dell’installazione – spiega il comandante della polizia locale, Giuseppe Puglisi – abbiamo avviato tutte le procedure di nostra competenza per l’individuazione dei responsabili dell’abuso e conseguentemente abbiamo provveduto a sanzionare i trasgressori. Adesso saranno gli uffici comunali preposti a procedere per i provvedimenti che porteranno all’obbligo di rimozione degli impianti pubblicitari.

Il comandante Puglisi ha inoltre notificato alla impresa l’obbligo di rimuovere i pannelli perché in caso contrario sarà il personale comunale a provvedere rifacendosi poi sui titolari della impresa. I tre pannelli hanno suscitato molte critiche tra i residenti di via S. Cuore sia per la posizione dove sono stati installati sia per le dimensioni.