Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 19 Luglio 2018 - Aggiornato alle 22:18
MODICA - 09/04/2012
Attualità - Nella chiesa di S. Giorgio migliaia di persone vicine alla famiglia

L´ultimo saluto della città al vicesindaco Paolo Garofalo

Il ricordo del sindaco Antonello Buscema: "Paolo, amministratore buono e leale"
Foto CorrierediRagusa.it

La città non ha voluto mancare all´ultimo saluto a Paolo Garofalo il vicesindaco morto nella notte tra venerdì e sabato all´età di 46 anni. E´ stata una risposta corale ad un fatto che ha molto colpito non solo i familiari ed i parenti.

I funerali si sono tenuti stamane a S. Giorgio (nella foto) in una chiesa gremita e molto commossa. Don Giovanni Stracquadanio e Don Antonio Forgione hanno concelebrato il rito funebre che ha avuto momenti toccanti. Il ricordo dell’uomo e dell’amministratore è stato affidato a Riccardo Minardo, da sempre amico e punto di riferimento politico di Paolo Garofalo, ad Angelo Gugliotta, già segretario politico di Mpa, ed al sindaco Antonello Buscema che ha ricordato le doti di lealtà e di correttezza di Paolo Garofalo in tutte le esperienze amministrative.

Tutti presenti i consiglieri comunali e gli assessori della giunta Buscema che avevano salutato il loro collega nell’ultima seduta tenuta venerdì a mezzogiorno. Poi la mesta uscita dalla chiesa e l´avvio verso il cimietro di Piano Ceci tra due ali di folla.

Migliaia di persone alla camera ardente di Paolo Garofalo (nelle foto sotto). Nell’aula consiliare di palazzo S. Domenico è stato un susseguirsi di amici, amministratori, conoscenti che hanno voluto dare il loro saluto al professionista, all’amministratore, all’uomo.

La bara con le spoglie di Paolo Garofalo, sulla quale sono state anche distese una sciarpa del Modica Calcio ed una degli Ultras per il passato sportivo del’ex dirigente rossoblù, è stata sistemata al centro dell’aula mentre i familiari hanno ricevuto le condoglianze di centinaia di persone. Presenti in prima fila i consiglieri comunali e gli amministratori ed in particolar modo il gruppo Mpa con Riccardo Minardo in testa che hanno voluto testimoniare ancora il loro cordoglio ed il loro affetto per il vicesindaco e per l’amministratore per tutta la serata.

Il sindaco ha ricevuto il presidente della provincia Franco Antoci, il viceprefetto Concetta Caruso in rappresentanza del prefetto Giovanna Cagliostro, il sindaco di Comiso, Peppe Alfano; Don Corrado Lorefice, arciprete di S. Pietro, ha invitato alla preghiera per alcuni minuti. Alle 21.30 la bara è uscita da palazzo S. Domenico ed è stata trasferita nella chiesa di S. Giorgio dove lunedì alle 10 saranno celebrati i funerali.

La morte di Paolo Garofalo
Nella notte tra venerdì e sabato un infarto ha stroncato la vita di Paolo Garofalo, 46 anni nella sua casa di contrada Rocciola. L’infarto è stato fulminante ed ha sorpreso il vicesindaco nel suo letto non lasciando margini alla moglie ed ai familiari. Paolo Garofalo era rincasato nella tarda serata dopo avere partecipato insieme al sindaco Antonello Buscema alla processione del Venerdì santo. Garofalo aveva accompagnato la processione fino al suo ritorno nella chiesa di S. Pietro congedandosi poi dal sindaco e dagli amici. Paolo Garofalo non aveva accusato problemi di salute di sorta ed è stato molto impegnato nella sua attività professionale e di amministratore della città. Da un paio di mesi aveva avuto affidata la delega di vicesindaco.

Alla famiglia Garofalo le più sentite condoglianze della redazione del Corriere di Ragusa.

Sotto, le foto della camera ardente e dei funerali. Clicca per ingrandire