Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 22 Aprile 2018 - Aggiornato alle 12:20
MODICA - 05/07/2011
Attualità - Assemblea alla Domus Petri per decidere azioni di lotta

Le cartelle Serit angosciano artigiani e commercianti

Il Mac è in prima fila per ottenere la cancellazione di interessi e tasse sui contributi Inps

Il Movimento autonomo dei commercianti, Mac, riporta l’attenzione sulle cartelle esattoriali emesse dalla Serit per il mancato pagamento dei tributi Inps. Una assemblea si è tenuta alla Domus Petri ed un secondo incontro è in programma per stasera per concordare tra gli interessati iniziative di lotta a sostegno della vertenza.

Il parroco di S. Pietro. Don Corrado Lorefice, è intervenuto per portare il sostegno della chiesa ai commercianti ed agli artigiani che da anni sono alle prese con la risoluzione del problema. Il mancato pagamento dei tributi dovuti all’Inps negli anni ha provocato l’aumento dell’aggio e delle tasse causando in alcuni casi il raddoppio del tributo dovuto. «Noi vogliamo pagare –dice Salvatore Careno- Ma chiediamo dilazioni di pagamento e soprattutto l’eliminazione delle tasse che gravano sui contributi non pagati. Le cartelle esattoriali hanno raggiunto livelli che le categorie interessate non possono sostenere». Commercianti ed artigiani hanno lamentato l’assenza delle istituzioni e dei rappresentanti parlamentari al loro fianco nonostante le tante promesse.

La questione appare di difficile soluzione e coinvolge migliaia di contribuenti in tutta la provincia. Delle cartelle esattoriali si è occupato il governo regionale senza che tuttavia si sia riusciti a far breccia nella Serit che non intende recedere rispetto alle somme maturate che in molti casi sono frutto più di interessi e tassi che dell’effettivo tributo da versare.