Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Aprile 2018 - Aggiornato alle 23:39
MODICA - 03/07/2011
Attualità - Il Centro Studi La Contea lo ha donato all’amministrazione nel corso di una cerimonia a palazzo Grimaldi

La tela del cavaliere Agostino Grimaldi ritorna a nuova vita

Il restauro è stato affidato a Gaetana Ascenzo Foto Corrierediragusa.it

Agostino Grimaldi, 21 anni, cavaliere di Malta, ritorna a nuova vita. Il recupero della tela che ritrae il giovane rampollo di casa Grimaldi è stato reso possibile grazie all’impegno ed alle risorse messe a disposizione dal Centro Studi La Contea che ha consegnato la tela restaurata nelle mani del sindaco. Il quadro sarà ospitato presso la sede della fondazione Giovan Pietro Grimaldi in attesa che siano messi a disposizione del Centro Studi i locali presso il Castello dei Conti.

La cerimonia di presentazione e di consegna della tela si è tenuta a palazzo Grimaldi alla presenza dei soci del Centro Studi, del sindaco Antonello Buscema e del presidente della Fondazione Grimaldi Giuseppe Barone, per il quale l’occasione ha costituito l’esordio ufficiale dopo la recente nomina alla guida dell’ente. Paolo Failla, presidente del Centro Studi, (nella foto accanto al dipinto restaurato) ha ricordato l’impegno dei soci per il recupero e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città che già si è concretizzato negli anni con l’acquisto della chiesetta di S. Nicolò, quello più recente della chiesetta di S. Venera e S. Alessandra. Il recupero della tela di Agostino Grimaldi si inserisce nella continuità di questa azione a suggello di una sinergia pubblico-privato che è stata anche apprezzata da Antonello Buscema, dichiaratosi orgoglioso delle risorse e professionalità di cui la città può vantarsi. Giorgio Cavallo, già assessore alla Cultura, ha ricordato le varie fasi del ritrovamento della tela negli scantinati del Castello e poi a palazzo dei Mercedari.

Il centro studi ha affidato il restauro a Gaetana Ascenzo che ha evidenziato le difficoltà di rimuovere le incrostazioni sedimentate nel tempo ed il ripristino dei colori originari. Agostino Grimaldi morì a soli 21 anni nell’isola di Creta al seguito della Crociata; la sua storia è legata alla famiglia più nobile della città che faceva parte dell’aristocrazia comitale.