Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 20 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 10:37
COMISO - 02/05/2012
Attualità - Stop alla protesta del parlamentare comisano da una settimana davanti al «Magliocco»

Passera apre a Digiacomo, deputato sospende lo sciopero della fame

Pierluigi Bersani crea il contatto tra il ministro Passera e il deputato regionale: stop al digiuno e poi incontro a Roma
Foto CorrierediRagusa.it

E il settimo giorno Pippo Digiacomo (nella foto accanto al segretario del Pd Zalvo Zago) ritornò a mangiare. Chi si aspetta di ascoltare dall’altro capo del filo una voce flebile e fiaccata da una settimana di digiuno, rimane stupito. «Ce ne vogliono di giorni di astinenza per fiaccare la mia tempra»- risponde il parlamentare regionale, attorno al quale in questi 5 giorni c’è stato un vero e proprio pellegrinaggio di politici (escluso Carmelo Incardona), esponenti pubblici, sindacalisti e istituzioni (anche il questore Filippo Barboso è andato a trovarlo).

L’ugola baritonale di Pippo Digiacomo vibra forte, flemmatica e contenta per annunciare che Passera lo accoglierà a Roma. il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del governo Monti avrà un confronto faccia a faccia con il parlamentare comisano. Giorno e ora dell’incontro col banchiere prestato al Governo dei tecnici ce li dirà lo stesso Digiacomo. Le condizioni per l’incontro sono la sospensione immediata dello sciopero della fame. Cosa che Digiacomo annuncia alla stampa con grande soddisfazione. «Non anticipo nulla- afferma il deputato- ma dico solo che ci sono novità importanti che molto presto saranno rese note».

Di certo, in questo improvviso cambio di strategia, c’è stata l’intercessione del segretario nazionale del Pd Pierluigi Bersani il quale, anziché prendere l’aereo e scendere a Comiso per solidarizzare con il deputato comisano, ha preferito contattare Passera e fissargli un appuntamento per ricevere Digiacomo a Roma. Prendiamo atto della novità di queste ultime ore, ma prima di vendere la pelle dell’orso vogliamo vedere l’orso catturato. Perché troppe volte siamo stati a un passo dalla cima con il sasso sulle spalle; e troppo volte siamo rotolati a valle con il sasso addosso. Proprio come se una misteriosa maledizione divina bloccasse la mano di chi impugna la penna che deve apporre l’ultima firma.