Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 20 Maggio 2018 - Aggiornato alle 10:47
COMISO - 15/09/2011
Attualità - Arrivano i primi dati sulla raccolta differenziata

Differenziata a Comiso, in 2 mesi è già al 30%

L’assessore Amenta: «Le percentuali sono inaspettate. Continuando così ridurremo i costi di conferimento a Motta Santa Anastasia (130 euro a tonnellata) Foto Corrierediragusa.it

Disagi sì, ma ben compensati. L´assessore all´ambiente, Nanè Amenta (foto), quasi incredulo, ha fornito una prima stima sulle percentuali di differenziata nei primi due mesi dalla sua attivazione. «Ci attestiamo intorno al 30% ma il dato non è ancora confermato del tutto: ci potrebbero essere delle piccole oscillazioni per eccesso o per difetto. Comunque, aldilà di qualche disagio iniziale al quale i cittadini sono andati incontro, penso che nell´arco di poche settimane tutto andrà a pieno regime».

Amenta ha esternato soddisfazione non solo per i risultati sinora ottenuti, ma anche per la collaborazione dei cittadini di Comiso che, a fronte di alcune difficoltà hanno mostrato molta sensibilità nei confronti di questa scelta utile dell´amministrazione.

«Abbiamo dovuto aumentare del 30% la tassa relativa alla raccolta dei rifiuti solidi urbani, perché a tutt´oggi – ha spiegato l´assessore – conferiamo a Motta Santa Anastasia pagando 135 euro a tonnellata. Ma anche questo aumento sarà eliminato in un futuro alquanto prossimo, proprio perché nei prossimi mesi, grazie alla differenziata, diminuirà in maniera consistente, la mole di rifiuti».

Parole sicuramente confortanti, sopratutto alla luce dei notevoli disagi di questi due mesi. Nelle prime settimane la città è stata subissata di cumuli di immondizia a causa della mancanza dei contenitori per la differenziata e per l´assenza dei cassonetti dell´umido, ritirati dalle strade proprio per mettere i cittadini in condizione di potere differenziare. Ma a causa di alcuni disguidi verificatisi, non tutti i nuclei familiari sono stati dotati di questi contenitori che, a tutt´oggi comunque non ci sono. La ditta Busso ha garantito che dal 20 settembre, ne arriveranno altri e che potranno essere ritirati direttamente presso il cantiere di contrada Mendolilla.