Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 17 Luglio 2018 - Aggiornato alle 15:00
CHIARAMONTE GULFI - 13/05/2018
Attualità - Il disagio continua e anzi si estende a tutto il centro della città

Nuova ordinanza del sindaco Gurrieri su divieto uso acqua

Rimangono escluse la zona del Villaggio Gulfi, la zona Artigianale, le frazioni e le zone rurali Foto Corrierediragusa.it

Il disagio continua e anzi si estende a tutto il centro della città. Il sindaco Sebastiano Gurrieri (foto) ha dovuto emettere una nuova ordinanza con la quale si vieta l’uso dell’acqua proveniente dalla condotta idrica comunale ai fini potabili. Come riferisce lo stesso sindaco, nella zona di via Gulfi sono stati rilevati parametri sospetti nonostante proprio in quel tratto siano stati conclusi appena un anno fa i lavori di rifacimento della rete. E’ questo il motivo per cui tutto il centro urbano (rimangono escluse la zona del Villaggio Gulfi, la zona Artigianale, le frazioni e le zone rurali), siano interessate dal provvedimento sindacale così da consentire ai tecnici di poter scandagliare a fondo tutta la rete idrica, in piena sicurezza per la salute dei cittadini.

Nonostante il giorno festivo, le ditte incaricate delle indagini procedono ad ulteriori sondaggi nelle zone ancora oggi non indagate per venire a capo di una situazione ancora non chiara. L’indagine a tappeto dovrà necessariamente portare all’individuazione della perdita che sta causando tanti disagi ai residenti. L’amministrazione ha provveduto a rifornire di acqua la città con autobotti che stazioneranno in alcuni punti strategici: Piazzale S. Giovanni, Corso Kennedy, Via Tommaso Chiavola, Piazzale S. Vito, Piazza S. Salvatore, Incrocio via Michelangelo con vie Di Vita e Scollo, Incrocio vie Gulfi e Manfredi e Viale Europa.

La Pegaso, da parte sua, quale gestore della rete idrica comunale, ha informato che i 20 prelievi effettuati in più punti non sono stati riscontrate perdite ed anzi i parametri dei campioni evidenziano una migliore qualità dell’acqua.