Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 17 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 22:34
CHIARAMONTE GULFI - 10/05/2018
Attualità - I tecnici sono al lavoro per trovare la soluzione

Acqua non potabile: rete idrica al sicuro da quella fognaria

Per il momento l’acqua è distribuita dalle 16 alle 20 con le autobotti Foto Corrierediragusa.it

Continuano i disagi in una vasta area abitata del paese per il divieto di potabilità dell’acqua. Corso Europa, via Umberto, Via Iannizzotto, via Fonderia e via S. Rocco sono le zone interessate ormai da alcuni giorni mentre i tecnici sono al lavoro per accertare le cause della non potabilità dell’acqua immessa nella rete idrica. La buona notizia per i residenti, così come comunicato dal Comune, è che non ci sono commistioni di alcun tipo tra la condotta idrica e quella fognaria. Era una preoccupazione di molti perché si temeva un possibile inquinamento a causa della contiguità delle due condotte. Numerose ed accurate indagine da parte di una impresa specializzata, con l´effettuazione di scavi, ha escluso ogni possibilità di infiltrazione tra le due reti.

Per il momento l’acqua è distribuita dalle 16 alle 20 con le autobotti visto il divieto di utilizzo dell’acqua dell’acquedotto pubblico. L’amministrazione ha provveduto anche ad affiggere degli avvisi nelle zone interessate visto che sono molti i residenti anziani che non utilizzano altri mezzi di comunicazione. I disagi sono dunque destinati a continuare e bisognerà comunque attendere l’esito delle indagini in cui i tecnici comunali sono impegnati per i rilievi lungo tutta la rete idrica.

Nella foto, immagine di repertorio