Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 12:44 - Lettori online 883
CATANIA - 30/01/2017
Attualità - L’Osservatorio Etneo dell’Ingv di Catania ha registrato circa 60 terremoti

Sciame sismico Etna magnitudo 3.5, evacuate scuole

Tutte le scosse si stanno verificando ad una profondità compresa tra 10 e 15 km di ipocentro. Foto Corrierediragusa.it

Sciame sismico nell´area del medio versante sud-occidentale dell´Etna (foto). L´Osservatorio Etneo dell´Ingv di Catania ha registrato circa 60 terremoti, con magnitudo massima pari a 3.5. Lo sciame non si è ancora esaurito. Finora sono state cinque le scosse uguali o superiori a magnitudo 3: 3.2 (alle 09.15), 3.0 (09.51), 3.1 (10.44), 3.5 (10.51) e 3.2 (10.59). Nove terremoti hanno avuto una magnitudo compresa tra 2.1 e 2.8. L´ipocentro è stato localizzato a una profondità tra i 14 e 15 chilometri in territorio di Ragalna Il volume focale coinvolto ricade tra le località di Ragalna - Monte Parmentelli - Monte San Leo, a una profondità 10-15 km.
A causa delle scosse di terremoto sul versante Sud dell´Etna, a scopo precauzionale sono state evacuate le scuole a Ragalna, Nicolosi e Bronte. Non si sono registrati danni a persone o cose.

L´attività sismica, tuttora in corso, non risulta accompagnata da anomalie negli altri parametri geofisici monitorati. L´ampiezza del tremore vulcanico si mantiene su valori stazionari medio-bassi, tipici degli ultimi mesi. Rimane pressoché immutata la moderata attività esplosiva al Nuovo Cratere di Sud-Est. Tutte le scosse si stanno verificando ad una profondità compresa tra 10 e 15 km di ipocentro.