Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 16 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:14 - Lettori online 742
ACATE - 23/12/2016
Attualità - Una soluzione, anche se temporanea, è stata trovata per il conferimento

Acate è meno "umida": trovata soluzione ai rifiuti

Parzialmente soddisfatto il sindaco Raffo Foto Corrierediragusa.it

Una soluzione, anche se temporanea, è stata trovata. Il Comune di Acate, dopo la vibrante denuncia del sindaco Franco Raffo (foto), potrà continuare a conferire i rifiuti umidi spostandosi nella discarica di Melilli. Il problema era sorto quando dal 17 dicembre erano state chiuse le porte per il conferimento da parte di Caltagirone secondo le disposizioni della Kalat imposte dalle autorità competenti. Raffo, che proprio in quei giorni aveva ottenuto il conferimento del secco a Lentini, dopo lo stop da parte di Motta Sant´Anastasia, aveva sollevato un polverone non accettando la grave situazione che avrebbe danneggiato e fortemente penalizzato i cittadini di Acate meritevoli per quanto riguarda la differenziata. Acate è un Comune modello per quanto riguarda la raccolta differenziata. Ha, infatti, raggiunto il traguardo del quasi settanta per cento di Raccolta differenziata, fatta eccezione per alcune zone periferiche di Marina di Acate. Un primato non da poco che poteva essere vanificato tuttavia dal grave problema discariche. Un atteggiamento inaccettabile per il primo cittadino Raffo che, invece, in contro corrente con molti altri suoi colleghi, ha sempre sposato la teoria di realizzare un impianto di trasformazione in suolo acatese. La soluzione di conferire a Melilli resta comunque provvisoria in attesa di un quadro più definitivo che Raffo e i suoi stanno pianificando.

L´idea è quella di creare una stazione di conferimento temporaneo, per evitare di dover trasferire quotidianamente i rifiuti, ammortizzando così i costi del viaggio. Si dovrebbero poter trattenere i rifiuti in loco almeno 24-48 ore così da trasportarli a Melilli al massimo tre volte alla settimana. Esclusa da parte di Raffo l´ipotesi di conferire a Marsala, per l´aggravio dei costi non indifferente che comporterebbe. Per carta, cartone e plastica è stato sottoscritto un accordo con Bevilacqua che si trova nello stesso Comune di Acate, azzerando così i costi di trasporto. Stessa cosa per il vetro che viene conferito presso la società Di Paola che si trova nel territorio di Vittoria. Un ´abilità organizzativa da parte del Comune di Acate che non è riscontrabile in molti altri Enti ancora molto indietro sia con la differenziata, sia con l´organizzazione del conferimento che diventa un vero e proprio percorso ad ostacoli, piuttosto articolato se si pensa che la racconta differenziata e il conseguente conferimento sarebbero un obbligo.