Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 22 Febbraio 2018 - Aggiornato alle 0:42
VITTORIA - 07/01/2018
Attualità - Il progetto prevede che il comune affidi un unico appalto

Manutenzione strade Vittoria ai privati

Si teme pa penalizzazione delle piccole imprese, ma per l’assessore al ramo non esiste nulla di tutto ciò Foto Corrierediragusa.it

Manutenzione delle strade affidata ai privati. Il progetto è dell´assessore alle Manutenzioni, Alfredo Vinciguerra, che si insediato da appena qualche settimana, ma la modalità adottate dalla «Global service» non piacciono alla Cna locale. Il progetto prevede che il comune affidi un unico appalto per le manutenzioni per risolvere l’annoso problema della viabilità, delle strade sconnesse e disastrate, risparmiando così sui costi e sull’immediatezza degli interventi. L’affidamento prevede anche la gestione dei sinistri e degli eventuali risarcimenti. La Cna ha già fatto conoscere le sue perplessità con il presidente comunale Rocco Candiano e il responsabile organizzativo Giorgio Stracquadanio perché si teme che solo le grandi imprese possano concorrere alla gara.

Dice la Cna: «E’ fin troppo evidente che questo tipo di appalti o di procedure vedono in campo solo ed esclusivamente imprese che hanno una dimensione industriale oppure strutture legate al mondo cooperativistico, cioè strutture ben organizzate finanziariamente, mentre mancano, anzi sono del tutto escluse, le imprese artigiane fiduciarie dell´ente. Se quanto annunciato dall´assessore sarà presto messo in essere gli artigiani di Vittoria, insieme con le decine di piccole e microimprese, da decenni iscritti nell’albo delle imprese di fiducia dell’ente che hanno prestato correttamente il loro servizio, assumendosi in pieno responsabilità civili e penali per i lavori eseguiti al Comune, che fine faranno? Organizzeremo a breve un incontro pubblico invitando l’assessore Vinciguerra, il quale potrà spiegare alle imprese locali, in modo molto più compiuto come intende reimpostare il settore».

Per l’assessore invece non c’è nulla da temere: «Si tratta di un nuovo modello di gestione di una problematica cittadina cui bisogna dare soluzione. Dare giudizi addirittura su chi dovrà realizzare i lavori mi pare assolutamente frettoloso e speculativo. Sul punto, d´altronde, sembra opportuno rilevare come nella vicina Comiso sia stata proprio una ditta vittoriese ad aggiudicarsi l´appalto per il medesimo servizio. Ad ogni modo - conclude Vinciguerra - sono certo che dal confronto dei prossimi giorni emergerà un quadro certamente più chiaro e concertato della vicenda».