Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 17 Gennaio 2019 - Aggiornato alle 23:10
SCICLI - 14/12/2018
Attualità - Un sopralluogo di EsploraAmbiente nella vasta zona tra Sampieri e Cava D’Aliga

Parco Costa di Carro attaccato dal punteruolo rosso

Il «Castnide delle palme» è il lepidottero che ha colpito soprattutto le palme nane Foto Corrierediragusa.it

Il parco urbano di Costa di Carro (foto) è sotto attacco del coleottero del punteruolo rosso. I componenti del locale circolo di «Esplorambiente» e un ispettore del Servizio Fitosanitario della Regione Siciliana hanno accertato la presenza di punteruolo rosso sia sulle palme nane, sia sulle altre specie presenti nel parco. Circa il 30 per cento delle specie presenti sono state attaccate e i segni sono evidenti con l’ammaloramento che già si è manifestato. Inoltre sulle palme nane, che arricchiscono una zona molto suggestiva, è stata accertata la presenza del «Castnide delle palme», un lepidottero che attacca la palma nana causandone la morte.

Difficili e complessi gli interventi anche per la vastità dell’area da coprire ma gli operatori di Esplorambiente cercheranno di installare delle trappole per il monitoraggio e la cattura degli adulti di sesso maschile in modo da ridurre il numero di voli. A questo punto sembra inevitabile la rimozione delle palme attaccate ma bisognerà pensare, come auspica l’associazione ambientalista, di sostituirle con altre.