Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 17 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 11:25 - Lettori online 732
SCICLI - 11/08/2017
Attualità - Tra sindaco e sovrintendente ai Beni culturali sono volate parole grosse

Scicli, per il Convento della Croce ci sono fondi

L’amministrazione scilcitana si è rivolta direttamente al Dipartimento regionale Foto Corrierediragusa.it

Il sindaco scavalca il sovrintendente e si rivolge al Dipartimento regionale dei Beni culturali. Tra Enzo Giannone e Calogero Rizzuto sono volate parole grosse con giudizi trancianti da parte del sindaco a proposito dei fondi per il recupero del Convento della Croce. Calogero Rizzuto aveva addebitato all’amministrazione sciclitana la responsabilità di una paventata perdita del finanziamento di circa 5 milioni di euro per non avere provveduto alla parcella del progetto. Il sindaco è passato ai fatti dopo avere praticamente «liquidato» il sovrintendente ed ha aperto un dialogo con il Dipartimento dei Beni culturali regionale, detentore delle risorse per il «Progetto di restauro, valorizzazione, adeguamento impiantistica, sistemazione percorsi ed aree esterne del complesso demaniale dell’Ex Convento della Croce in Scicli».

Il finanziamento c’è, è disponibile e non ci sono pericoli di storni o cancellazioni. Le risorse sono infatti accantonate fino al dicembre 2020. L’assessore Viviana Pitrolo ha anche accertato che l’importo per l’incarico
della riclassificazione circa il livello di pericolosità della parete rocciosa che affaccia sulla cava di San Bartolomeo, di circa 13 mila euro potrebbe rientrare nel finanziamento complessivo dei 5 milioni. Nel caso la Sovrintendenza non dovesse ritenere di inglobare le spese del progetto nel finanziamento l’amministrazione sciclitana si è detta pronta a prevedere la spesa per la progettazione nel Bilancio di previsione 2017.