Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 23 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:23 - Lettori online 422
SCICLI - 01/06/2017
Attualità - Effetto di una delibera adottata lo scorso anno dalla triade prefettizia

Scicli, bollette acqua "salate" per i consumi presunti

Il Pd sollecita l’amministrazione a prevedere le letture dei contatori per avere consumi reali Foto Corrierediragusa.it

Consumi presunti e non reali e le bollette diventano salate. Lo hanno scoperto in questi giorni gli utenti che si sono visti recapitare le bollette per il consumo dell’acqua. E’ la conseguenza di una delibera assunta dai Commissari prefettizi lo scorso anno per tamponare le falle del Bilancio. Il presidente del circolo Pd, Salvo Di Maria ha chiesto di rivedere il metodo impositivo e di allargare la base imponibile tributaria, anche grazie all’incrocio delle banche dati sulle utenze, al fine di una più equa distribuzione del carico fiscale sui cittadini contribuenti.

Scrive il Pd: «Ci aspettavamo anche che si avviasse un’attenta attività di lettura dei contatori che garantisse un monitoraggio «reale» dei consumi e non (come si legge dalle fatture) di «consumo stimato» che ha portato ad emettere un "acconto per l’anno 2016» e non il saldo della bolletta. Pensavamo che si potesse promuovere un´attività di "autolettura" dei cittadini o una campagna di sostituzione di contatori obsoleti, bloccati o non funzionanti. Auspichiamo, pertanto, che prima dell’approvazione del bilancio di previsione 2017 si ponga rimedio a questa situazione pesantissima che, come abbiamo già denunciato ad inizio dell’anno, ha visto crescere in maniera abnorme (in alcuni casi si è registrata una maggiorazione di circa il 120% (tariffa + IVA) rispetto allo stesso consumo del 2015 ed ancora deve arrivare il saldo!) le bollette dell’acqua dei contribuenti sciclitani, senza alcuna clausola di salvaguardia per i soggetti più svantaggiati».