Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 15:02 - Lettori online 787
SCICLI - 11/04/2017
Attualità - Dopo la denuncia di un cittadino e la conseguente ispezione del Nas

Il caso delle "salme sommerse" al cimitero di Scicli

Un progetto prevede la sistemazione di 135 monumentini che verranno impermeabilizzati Foto Corrierediragusa.it

L´amministrazione comunale di Scicli è intervenuta con mano ferma e decisa sulla questione delle infiltrazioni al cimitero comunale. In seguito ad un sopralluogo ispettivo da parte dei Carabinieri del Nas (nucelo anti sofisticazione) tra i monumentini e le vecchie tombe per verificare le situazioni di insalubrità denunciate già da anni da alcuni cittadini, il sindaco Enzo Giannone ha spiegato come l´amministrazione comunale di Scicli abbia avviato sin dal suo insediamento una forte azione circa il problema della infiltrazione di acque nella sede di monumentini funebri in alcune aree del cimitero di Scicli, problema di cui, come accennato, da anni si rinviava ogni tentativo di soluzione. La situazione di recente si è presentata ancora più allarmante allarmante, a causa anche delle piogge torrenziali che hanno letteralmente lasciato a mollo le salme, a causa dell´ingrossamento delle falde acquifere dovute alle piogge torrenziali o forse anche a qualche deviazione causata dai lavori in corso per l´ampliamento del camposanto, facendo di conseguenza scattare la segnalazione di alcune famiglie. In particolare si sarebbe registrata una denuncia da parte di un cittadino, che avrebbe trovato il monumentino di proprietà semi allagato.

Ma sarebbero più di cento le salme, custodite in altrettante sepolture, che risulterebbero sommerse dalle acque provenienti da una falda che interessa la collina di contrada Mendolilli, dove insiste il cimitero comunale. Il sindaco di Scicli, Enzo Giannone, ha emanato un’ordinanza con cui dispone l’estumulazione urgente delle salme coinvolte nella problematica. «E´ stato definito con urgenza un progetto per la bonifica e la captazione delle acque che permeano il sito di contrada Mendolilli e quindi i monumentini»: lo ha spiegato il sindaco in una nota ufficiale che ha sottolineato come lo scorso 30 dicembre, ad appena un mese dall’insediamento della nuova giunta comunale, sia stato emanato il relativo bando di gara. Il progetto prevede la sistemazione di 135 monumentini che verranno impermeabilizzati per evitare ingressi di acqua e la realizzazione di canali di drenaggio per evitare fenomeni di allagamenti futuri».

L’aggiudicazione dei lavori, tenuto conto dei tempi tecnici di gara, è prevista a breve. Il problema del cimitero di Scicli, che si è di recente acutizzato, non è l’unico. Stessa situazione, seppur in tono minore, si verifica anche in altri cimiteri, come quello di Modica, soprattutto nella zona vecchia, dove in particolare le tombe nella terra subiscono cedimenti e infiltrazioni. Un problema atavico ad oggi senza interventi.