Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 25 Settembre 2018 - Aggiornato alle 18:05
SANTA CROCE CAMERINA - 12/01/2018
Attualità - In Prefettura si è tenuto un vertice per aggiornare il Patto in vigore

A Santa Croce la questione sicurezza fa discutere

Il consigliere comunale di opposizione , Chiara Zago, ha chiesto «un incontro all’amministrazione Foto Corrierediragusa.it

Dopo i clamorosi episodi delinquenziali nei quali ignoti malviventi hanno fatto segno domenica notte un paio di attività commerciali, avverso i quali è stato compiuto un furto e un tentato furto, l’assessore alla sicurezza Filippo Frasca ha diffuso una nota nella quale precisa che ringrazia «l’opposizione per la sollecitudine sul tema sicurezza, ma ne condanno l’inutile tentativo di strumentalizzazione. Di fronte a episodi come quelli di domenica, mi sarei auspicato –anziché assistere a una campagna di disinformazione– una piena collaborazione e qualche buon consiglio. Invece, l’opposizione e il suo capogruppo «sfruttano» un brutto episodio nel tentativo di delegittimare l’Amministrazione attraverso queste uscite prive di risvolti costruttivi. Lo scorso 6 dicembre si è tenuto un vertice in Prefettura con il Prefetto Maria Carmela Librizzi, a cui hanno partecipato l’assessore Frasca e il sindaco Giovanni Barone.

«In quella occasione – spiega Frasca – abbiamo rappresentato al Prefetto le difficoltà e le preoccupazioni inerenti il fenomeno sicurezza sul nostro territorio. E abbiamo invocato con forza la firma di un nuovo patto per la sicurezza, più snello e incisivo e di una nuova convenzione che sostituisca e apporti modifiche, anche sostanziali, alle precedenti scritture. Ci è stato risposto di attendere, dato che il Ministero degli Interni stava elaborando a sua volta una rivisitazione della normativa generale per la sottoscrizione dei patti e delle relative convenzioni». Frasca spiega come «su indicazione della stessa Prefettura, abbiamo proceduto in tempi record alla mappatura, già ultimata, dei siti (luoghi pubblici, immobili, anche privati) dove sono presenti particolari situazioni di degrado e di disagio sociale, che versano in situazioni di abbandono o incuria ovvero siano interessati da fenomeni di reati predatori, al fine di predisporre, nel breve termine, una serie di controlli itineranti del territorio attraverso una convenzione con gli istituti di vigilanza. Questa attività di controllo – commenta l’assessore Frasca – sarà un deterrente al proliferare della criminalità e della delinquenza e verrà spalmata sia nelle ore diurne che in quelle notturne. Inoltre – prosegue l’assessore alla sicurezza e alle borgate – il comune di Santa Croce predisporrà il nuovo servizio di «Controllo di Vicinato», in cui i cittadini, in un’ottica di sicurezza partecipata, svolgeranno un’attività di mera osservazione, segnalando, attraverso i propri coordinatori, alle forze di Polizia situazioni di interesse, attinenti la sicurezza urbana e il degrado sociale. Nel prossimo Bilancio, che dovrà essere approntato entro il 28 febbraio – aggiunge Frasca – ci saranno 40 mila euro destinati alla sicurezza. Negli ultimi anni sono stati accantonati 30 mila euro, che non sono mai stati spesi dalla scorsa Amministrazione. Noi impegneremo ulteriori 10 mila euro e utilizzeremo questi soldi per elevare gli standard di sicurezza».

Chiamato in causa sul funzionamento del sistema di videosorveglianza pubblica, Frasca non si tira indietro: «E’ vero – ammette Frasca- avevo garantito che entro il 20 settembre il sistema sarebbe entrato nuovamente in funzione, ma mi sbagliavo. Tuttavia le responsabilità non vanno attribuite all’amministrazione attuale. La ditta incaricata non è ancora riuscita a terminare i lavori, nonostante i solleciti. Un nostro tecnico specializzato sta seguendo l’iter che verrà ultimato entro questa settimana. Al momento sono attive 37 telecamere su 41. Fermo restando che a me questo impianto non pare tra i migliori, va fatto funzionare». L’assessore, infine, annuncia che verrà organizzato in biblioteca comunale un convegno per discutere della tematica sicurezza, a cui tutti i cittadini e le istituzioni, anche di carattere regionale, saranno invitati a partecipare.

Intanto il consigliere comunale di opposizione del gruppo consiliare «#diventeràbellissima», Chiara Zago, ha chiesto «un incontro all’amministrazione comunale e in particolare all’assessore Frasca per un confronto proficuo e costruttivo per mettere in atto soluzioni che quantomeno permettano di arginare le problematiche sulla sicurezza nel nostro Comune».