Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 18 Novembre 2017 - Aggiornato alle 10:36 - Lettori online 580
SANTA CROCE CAMERINA - 17/09/2017
Attualità - Già avviato dall’inizio del mese, previsto l’incremento della raccolta differenziata

S. Croce, un milione per appalto servizio igiene urbana

Dopo anni affidato grazie ad una regolare gara e non con una determina sindacale Foto Corrierediragusa.it

Sarà l’impresa Ecoseib ad occuparsi del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti nel comune fino al 31 agosto del 2018. La ditta, con sede a Giarratana, si è aggiudicata la gara d’appalto, con un ribasso d’asta del 25,76%, per un importo contrattuale pari a 1.076.997,60 euro. La nuova gestione dei «Servizi di Igiene Ambientale», che ha già avuto inizio l’1 settembre, prevede prestazioni aggiuntive non presenti nel vecchio affidamento quali la raccolta della frazione umida estesa anche ai centri abitati della fascia costiera; il servizio di raccolta delle ramaglie a chiamata; l’implementazione della raccolta differenziata anche negli arenili tramite il posizionamento di appositi contenitori; la fornitura di sacchetti biodegradabili a tutti gli utenti del centro urbano e dei centri abitati della fascia costiera, necessari per la raccolta della frazione umida; la raccolta differenziata presso le attività commerciali estesa all’intero anno solare.

«Ringrazio gli uffici competenti che hanno reso possibile l’espletamento della gara – esordisce l’assessore all’ambiente, Francesco Dimartino –. Con questi interventi, che comportano uno sforzo economico non indifferente, vogliamo incrementare il livello della raccolta differenziata e raggiungere in tempi brevi le soglie minime imposte dalla vigente normativa in materia. In questo modo eviteremo all’Ente sanzioni e ripercussioni, anche di natura economica. Invitiamo tutti i cittadini, in nome del pubblico interesse, a differenziare i rifiuti prodotti, affinché lo sforzo prodotto da questo Ente sia meno gravoso e le bollette meno care».

«Dopo anni si esce dall’emergenza e si affida un appalto con gara e non più con ordinanza sindacale – commenta il sindaco Giovanni Barone –. L’amministrazione comunale intende, in collaborazione con l’ufficio tecnico, migliorare la qualità dell’attuale servizio e gli atti adottati rappresentano il punto di partenza per questo obiettivo che riteniamo rilevante e non differibile, la cui riuscita, per ovvie motivazioni, è legata alla fattiva collaborazione di ognuno di noi. Inoltre – aggiunge il primo cittadino – sono state avviate le procedure per addivenire all’appalto settennale della gestione dei «Servizi di Igiene Ambientale», che si prefigge di raggiungere una percentuale di raccolta differenziata pari al 65% così come previsto dalla Legge. Questo avrà ricadute rilevanti anche di tipo sociale e lavorativo».
(foto: da sin. il sindaco Barone e l´assessore Dimartino)