Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:31
RAGUSA - 08/03/2018
Attualità - Opinioni contrastanti tra associazione Pericentro e Ragusa in movimento

Segnaletica stradale a Ragusa: cosa va e cosa invece non va

C’è chi ringrazia la giunta, e chi la critica Foto Corrierediragusa.it

Segnaletica verticale e orizzontale a Ragusa: cosa va e cosa non va secondo l´associazione Pericentro e Ragusa in Movimento. «Continua l’attività portata avanti dall’ex Provincia regionale di Ragusa che sta rifacendo la segnaletica orizzontale nelle aree più a rischio. Quindi, dopo gli incroci di accesso di contrada Puntarazzi, l’attenzione è stata rivolta a contrada Poggio del Sole, in particolare ai crocevia che sorgono lungo la Sp 25 Ragusa mare». A dirlo è il presidente dell’associazione Pericentro, Giuseppe Cavalieri, il quale si ritiene soddisfatto per i passi in avanti compiuti in tale direzione. «Nel mese di ottobre scorso – afferma Cavalieri – avevamo sollecitato questi interventi che si rendevano necessari per assicurare la dovuta sicurezza ai residenti. Finalmente, dopo settimane di attesa - conclude -siamo riusciti nell’intento e abbiamo incassato un altro risultato».

Meno soddisfatto Ragusa in movimento, che segnala «L’ennesimo incidente accaduto all’incrocio tra la via Gian Battista Odierna e la via Generale Scrofani, nel centro storico superiore, che ci spinge a chiedere, all’amministrazione comunale, l’adozione di un semplice provvedimento: l’installazione di un cartello indicante lo stop». A dirlo è il presidente dell’associazione Ragusa in Movimento, Mario Chiavola. "Non è che dobbiamo per forza aspettare - conclude Chiavola - che qualcuno si faccia male seriamente o, peggio ancora, ci scappi il morto».