Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:31
RAGUSA - 25/02/2018
Attualità - Le previsioni meteo dei prossimi 7 giorni

Il vento siberiano di Burian anche negli Iblei: giornate freddissime

Il tempo rimarrà perturbato con nuvolosità diffusa per tutta la settimana Foto Corrierediragusa.it

Sarà la settimana di Burian, la massa gelida che, partita dalla Siberia, sta attraversando l’Europa centrale e farà sentire i suoi effetti anche sull’Italia. Prima al Centro-Nord e poi scenderà anche al Meridione ed in Sicilia, dove gli effetti, in particolare negli Iblei, saranno limitati ed in linea con i dati storici invernali. Le temperature, comunque, scenderanno e le condizioni meteo resteranno molto incerte con piogge e vento soprattutto nella parte tirrenica dell’isola. Il climatologo Massimiliano Fazzini, esponente dell’Associazione Italiana di Geografia Fisica e Geomorfologia, sintetizza così il quadro climatico. "Il Burian è un vento gelido e secco tipico della Siberia orientale e della Mongolia. Le fenomenologie associate a tale corrente fredda dovrebbero essere complessivamente modeste, visto che l’aria in arrivo è molto fredda ma decisamente secca. Il pericolo più impellente per la popolazione - prosegue Fazzini - diverrà cosi il ghiaccio.

Un significativo miglioramento di tali condizioni è atteso per mercoledì ma la situazione non si sanerà totalmente prima del prossimo fine settimana. Evidentemente, dunque, non saranno con ogni probabilità le fenomenologie ad essere eccezionali ma la durata dell’ondata di freddo relativamente al periodo dell’anno, visto che il primo Marzo debutta la Primavera meteorologica. Dovremmo sempre più abituarci a queste anomalie meteo climatologiche - conclude Fazzini - con ogni probabilità strettamente dipendenti dal riscaldamento globale in atto e la popolazione dovrà «adattarsi» a tali nuove condizioni». In Sicilia e negli Iblei le giornate più fredde sono previste tra martedì e mercoledì ed il tempo rimarrà perturbato con nuvolosità diffusa per tutta la settimana.

IL MALTEMPO FINORA NEGLI IBLEI
Una violenta tromba d´aria si è abbattuta venerdì mattina in contrada Gaddimeli a Marina di Ragusa, causando ingenti danni alle serre e danneggiando coperture e prodotti ortofrutticoli. Intaccati anche i tetti di qualche abitazione. Per fortuna non si sono registrati feriti. La tromba d´aria è stata portata dal freddo siberiano, il cosiddetto Buran, che si è abbattuto anche negli Iblei, colpendo particolarmente la zona costiera. Marina di Modica e Maganuco sono stati investite giovedì pomeriggio da una violentissima grandinata che ha causato ingenti danni alle aziende e ai privati. Alcuni residenti sono rimasti chiusi nelle loro auto in balia del maltempo, altri hanno registrato inconvenienti di ogni sorta nelle proprie abitazioni e attività commerciali. Come era prevedibile si sono moltiplicate a dismisura le richieste di intervento al comando di polizia locale, che, nonostante la cronica esiguità di uomini, ha cercato di far fronte a tutti gli interventi.

Anche l’assessore al ramo Pietro Lorefice ha partecipato nel pomeriggio alle operazioni di soccorso. «E’ stata chiaramente un’ondata anomala di maltempo – commenta l’assessore Lorefice – che in pochissimo tempo ha scaricato sul nostro territorio una quantità inusuale di ghiaccio sotto forma di grandine. Abbiamo rilevato diversi scantinati e garage allagati, oltre a danni ad alcune strutture commerciali. Continueremo a vigilare anche nelle prossime ore - conclude Lorefice - visto che l’ondata di maltempo non sembra volersi allontanare».

Grandine anche a Pozzallo e nel resto della fascia costiera, con particolare riferimento al litorale ispicese, spazzata da un forte vento. Anche in questo caso per fortuna solo qualche disagio e nessuna situazione critica o danni significativi a persone o cose.