Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 24 Giugno 2018 - Aggiornato alle 16:04
RAGUSA - 21/02/2018
Attualità - Proficuo vertice con il senatore Mauro e la portavoce di Lab 2.0 Migliore

Pronto entro l´estate l´ospedale "Giovanni Paolo II" di Ragusa

I lavori stanno procedendo come da programma Foto Corrierediragusa.it

Potrebbe aprire i battenti in estate il nuovo ospedale di Ragusa: la bella notizia è emersa nell´ambito dell´incontro, tenutosi nella sede dell’Asp 7 di piazza Igea a Ragusa, tra il senatore Giovanni Mauro, commissario provinciale di Forza Italia, il portavoce del Laboratorio politico 2.0 Sonia Migliore, e il commissario dell’Azienda stessa Salvatore Lucio Ficarra, che ha fatto gli onori di casa. Il vertice si era reso necessario per discutere dei temi legati all’apertura del nuovo ospedale "Giovanni Paolo II" di contrada Cisternazzi e fare chiarezza sul futuro dell´attesa struttura, dopo le ben note vicende di carattere giudiziario che ne hanno differito l´inaugurazione. «Abbiamo posto a Ficarra la domanda secca - dicono Mauro e Migliore - se potremo avere il Giovanni Paolo II entro la prossima estate? Ficarra ci ha tranquillizzati sul fatto che nonostante le lungaggini burocratiche (sono sette le gare in itinere) per la bella stagione inizierà il trasferimento graduale dei reparti nella nuova struttura concludendo, quindi, questa vicenda che ha avuto una genesi quantomeno anomala. Noi, comunque, continueremo a vigilare sull’argomento, come sempre abbiamo fatto».

«E’ stato un incontro cordiale, proficuo e necessario - riferiscono Mauro e Migliore - durante il quale abbiamo potuto verificare che gli allarmismi che vengono creati su presunte inattività da parte dell’Asp per quanto riguarda l’apertura del Giovanni Paolo II sono fugati».

«Abbiamo trovato un manager e una struttura amministrativa attenta all’esigenza di aprire il nuovo ospedale il più presto possibile - commenta il senatore Mauro - e devo dire che è chiara la priorità che si sta dando all’argomento. Negli ultimi giorni abbiamo assistito all’agitarsi di posizioni dal sapore più politico che fattivo. E’ evidente che siamo tutti interessati a che il "Giovanni Paolo II" apra e che sia messo nelle condizioni di essere efficiente. Abbiamo appurato che si stanno mettendo in atto tutti gli sforzi necessari per raggiungere l’obiettivo».

«Dall’incontro con il commissario dell’Asp - aggiunge Sonia Migliore - abbiamo avuto conferma di ciò che sosteniamo da molto e cioè che se il precedente manager avesse fatto per tempo ciò che su un piano amministrativo e burocratico sta facendo adesso Ficarra, oggi i ragusani sarebbero già nelle condizioni di fruire del nuovo ospedale. Si tratta ormai di aver pazienza e di attendere ancora qualche altro mese perché tutte le procedure si concludano e la comunità ragusana e dell’intera provincia - conclude la Migliore - avrà finalmente la struttura nella sua completezza».

Nella foto un momento dell´incontro tra Ficarra, Mauro e Migliore nella sede dell´Asp 7 di Ragusa